vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Erasmus Plus, incontro in Comune per gli studenti del Comprensivo n.1 foto

Più informazioni su

VASTO.  Conclusa la fase di avvio dei quattro nuovi Progetti Erasmus Plus in cui è coinvolto il Comprensivo 1 di Vasto, i curatori del progetto “i-Youth” (“Fornire risorse ai giovani innovatori”) sabato 18 febbraio hanno accompagnato i 25 ragazzi scelti a suo tempo per partecipare all’iniziativa, nella Sala Consiliare del Municipio di Vasto.
Sotto la guida degli accompagnatori (Prof.ssa S. Sabatini, Prof.ssa G. Perrini, Prof.ssa M. Giattini e i Prof. G. Felice e M. Di Cintio) e assieme alla Dirigente Prof.ssa Sandra Di Gregorio, i ragazzi hanno incontrato l’Assessore alla scuola e alle politiche comunitarie Anna Bosco, l’Assessore alle politiche giovanili Gabriele Barisano e il Consigliere Marco Marchesani, ai quali hanno presentato le caratteristiche del progetto, illustrando i contenuti dell’idea da loro sviluppata fin dalla fase di avvio.
Il Progetto in questione, a differenza degli altri attualmente in fase di implementazione, presenta delle caratteristiche di unicità in quanto ne è capofila una Università della Romania che ha sede a Suceava (Univ. “Stefan cel Mare” – Stefano il Grande); inoltre si tratta di un progetto il cui fine non è tanto o solo la produzione di un qualche prodotto o risultato, bensì l’implementazione del suo processo nelle varie fasi di sviluppo; in pratica, trattandosi di una serie di attività “process-oriented”, il Progetto si focalizza sul come i ragazzi della Media Paolucci dovranno portare avanti un certo  task o compito formativo, analizzandone  i punti di forza e di debolezza e misurandosi con i possibili referenti interessati all’idea fin qui sviluppata. Nella fattispecie i ragazzi hanno ipotizzato di far costruire una pista ciclabile e, dopo averne studiato il possibile percorso, sono passati alla fase di presentazione alle autorità locali, mediante un’accurata descrizione in Powerpoint e relativa discussione.
Lo scopo del Progetto in generale e dell’idea prescelta in particolare (per la quale il gruppo di lavoro è stato lodato dai partner internazionali in occasione del meeting di avvio in Romania) è quello di fornire ai ragazzi strumenti concreti per sviluppare le diverse competenze-chiave definite dalla Comunità Europea, quali, ad esempio, la competenza di cittadinanza, l’imprenditorialità, l’innovazione e il saper lavorare in squadra. Tutto questo in una prospettiva transnazionale, visto che i ragazzi saranno presto in costante contatto con le squadre di progetto degli altri paesi partner (Spagna, Ungheria, Polonia, Romania, Grecia). Un plauso è arrivato dagli esponenti politici presenti che si sono congratulati con la Dirigente e i Docenti per la validità dell’iniziativa, spronandoli a favorire sempre più iniziative di questo tipo.

Più informazioni su