vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Quarta direttiva europea in materia di antiriciclaggio sul gioco

Più informazioni su

Nel frattempo che “qualcuno” porti a fine la trattativa per la riforma del mondo del gioco d’azzardo pubblico, compresi i nuovi casino online, e che, quindi, la Conferenza Unificata tra Stato, Regioni ed Enti locali renda pubblica la sua “sentenza”, bisogna adempiere agli obblighi che derivano dalla quarta direttiva europea in materia di antiriciclaggio che arriva alla Camera dei Deputati in vista dell’approvazione definitiva. Sono molteplici le disposizioni che riguardano il settore del gioco pubblico cui è stato “dedicato” il quarto titolo.

Per fare un riassunto generale vengono previsti dei controlli da parte del Nucleo Speciale della Polizia Valutaria della Guardia di Finanza e della Direzione Investigativa Antimafia e si dettano specifiche disposizioni per coloro che prestano servizi di gioco comprendendo quelli terrestri, quelli online ed i gestori delle Case da Gioco. Per questi ultimi scattano gli obblighi di verifica dell’identità, registrazione delle operazioni dai duemila euro in su e la conservazione delle informazioni per un periodo di dieci anni. Vengono altresì previste norme sulle Autorità e la collaborazione nel comparto del gioco pubblico.
Per le Videolottery, nello specifico, le procedure dovranno monitorare ogni operazione e riferirsi ad ogni sessione di gioco nel “periodo temporale massimo di una settimana” e riferire i comportamenti legati magari ad una entità particolarmente ed insolitamente elevata degli importi erogati rispetto a quelli puntati.
Per quanto attiene, invece, il gioco online, le procedure devono monitorare lo stato dei conti di gioco, particolarmente quelli sospesi e quelli dove siano state rilevate movimentazioni importanti: conti con concentrazione particolare di vincite o di perdite in un tempo limitato, specialmente in relazione ai giochi in cui esiste interazione tra giocatori ed anche la tipologia degli strumenti utilizzati per la ricarica, nonché la frequenza e le fasce orarie delle transazioni di ricarica del conto di gioco.
Un articolo del titolo quarto, viene dedicato alle misure per la mitigazione del rischio che prevede che i concessionari di gioco ed i casino online adottino procedure e sistemi di controllo per gestire il rischio di riciclaggio e finanziamento del terrorismo, procedure e sistemi che devono assicurare i requisiti di serietà e moralità richiesti ai sensi della convenzione di concessione ai distributori. L’adozione e l’osservanza da parte dei distributori del prodotto gioco messo in offerta, di procedure che consentano di monitorare la tipologia delle operazioni di gioco e che evidenzino le eventuali e possibili anomalie.
Procedure e sistemi di controllo che devono prevedere “meccanismi di immediata estinzione del rapporto contrattuale”, al venir meno dei requisiti richiesti dal concessionario al distributore, oppure in caso di ripetute infrazioni riscontrate durante verifiche o controlli. Ed ancora si statuisce che il rilascio della autorizzazione da parte dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli in favore di soggetti aventi sede legale in altro Stato della Comunità europea sia subordinato all’adozione di procedure e sistemi equivalenti ed idonei a garantire l’obbiettivo medesimo di controllo e prevenzione. Infine, che l’Agenzia, verificata l’osservanza degli adempimenti previsti e dopo la presentazione al Comitato di sicurezza finanziaria, emani linee guida additando ogni iniziativa utile ad aiutare il compito del concessionari.
Per la cooperazione tra le Autorità ed il mondo del gioco, si dovranno adottare protocolli di intesa per assicurare lo scambio di informazioni per una totale collaborazione che “sveltisca” l’efficacia e la tempestività delle attività di controllo dei sistemi di prevenzione e contrasto del riciclaggio di danaro: collaborazione assolutamente indispensabile per arrivare all’obbiettivo generale e comune del controllo del mercato del gioco.

 

Più informazioni su