vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Fangio risponde a Smargiassi: “Il Consigliere è in stato confusionale”

Più informazioni su

CASTIGLIONE MESSER MARINO. Continua la polemica tra il Consigliere regionale Pietro Smargiassi e l’assessore comunale di Castiglione Messer Marino Enzo Fangio:

“Mi giunge notizia che qualche consigliere regionale, pur di far vedere che si occupa dell’Alto Vastese, continua una inutile polemica nei miei confronti. Prima riportando notizie imprecise, frutto della scarsa conoscenza di quello che avviene sul territorio, poi a seguito della mie precisazioni e con richiesta di una maggiore attenzione quando si trattano determinati argomenti si scaglia in maniera isterica contro di me e, senza conoscermi, mi attacca personalmente. Analizzando le sue dichiarazioni ho capito che è ancora in uno stato confusionale per via del jet lag. Infatti il Consigliere è vittima della sindrome del fuso orario e non ancora si riprende dal suo viaggio in Canada fatto a spese dei contribuenti abruzzesi. O,vista la sua “diversità”,si è pagato di tasca sua il viaggio? Con il prossimo comunicato stampa forse lo chiarirà. Non bastava solo la presenza del presidente del CRAM? Sul suo profilo Facebook non ha “rendicondato” il suo viaggio con nessuna foto. Forse ha paura della reazione della base? Comunque visto che ha perso del suo tempo per dedicarmi delle attenzioni, è giusto aiutarlo a superare lo stress e a far tornare regolare il suo ritmo circadiano, ripuntualizzando alcune cose. Voglio subito rassicurarlo che io non sono stato e non sono iscritto al PD e che quando lui prendeva il sole a Punta Aderci , io militavo nell ‘IDV dove Casaleggio era il curatore del blog del movimento e Beppe Grillo era il braccio destro di Di Pietro. Ha ricordato poi l’incontro di Celenza perché oltre non si è mai spinto, ma sappia che è il benvento. In quell’occasione feci alcune proposte come le richieste di fiscalità di vantaggio e l’abolizione del bollo auto per le aree montane. Ma invece di tendermi la mano e dirmi: “Bene lavoriamoci e mettiamo in difficoltà la Regione“, pensando fossi un infiltrato del KGB, mandato a destabilizzare l’iniziativa mi sono sentito rispondere: “Dillo ai tuoi amici , cosa vuoi da me! “ ..da statista navigato. Per quanto riguarda il mio impegno per il territorio, posso rassicurarlo che nel mio piccolo , quotidianamente lotto contro i muri regionali e provinciali e, per evitargli la fatica di farlo da solo, lo informo che i lavori per le frane che riguardano il mio territorio sono stati tutti finanziati ma avendo come ente attuatore la Provincia questi tardano a partire. Gli propongo di fare un’ interrogazione per sapere come mai ci sono questi ritardi e del perché la Regione affida fondi ad enti moribondi e non direttamente ai Comuni che quotidianamente vivono i disagi? Nelle situazioni in cui i finanziamenti hanno visto gli enti attuatori i Comuni le strade si sono già riaperte. Chiudo dicendogli che io sono stato il primo a congratularmi per la donazione della turbina, basta guardare il mio profilo Facebook, ma se una rondine non fa primavera una turbina non fa un consigliere regionale. Se ha voglia di superare la Latitudine 41.873371 è sicuramente il benvenuto. Chiudo questa polemica, che probabilmente non interessa a nessuno, e, da ultima ruota del carro della politica abruzzese, quale io sono, spero lui possa sollevare con più attenzione lo sguardo verso i monti e contribuire, anche dall’opposizione, fattivamente a risolvere tutte le problematiche che ci attanagliano. Buon lavoro informato”.

Così, Enzo Fangio,  sul proprio profilo Facebook.

Più informazioni su