vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Rappresentativa Serie D: i Camioneros vincono 2-0, Tafili tra i titolari foto

Più informazioni su

FORNACETTE.  Ai ragazzi di Gentilini non basta un primo tempo a tutto gas per superare l’ultimo ostacolo chiamato Camioneros e sperare nell’accesso agli ottavi. La Rappresentativa Serie D (clicca qui per le informazioni su staff e giocatori) saluta la Viareggio Cup con una sconfitta per 2-0 contro il team argentino nell’ultima giornata del girone 6, al termine di una partita poco fortunata e condizionata da molti falli e tensioni in campo. Prima del vantaggio avversario, la selezione arancio blu era riuscita a rendersi pericolosa in tre situazioni di contropiede, colpendo anche una traversa con Scognamillo ed un palo con Flores-Heatley (leggi qui l’intervista). Gli argentini rimangono in dieci uomini al 9’ della ripresa per la seconda ammonizione rimediata da Tunas, episodio che sembrerebbe spianare la strada alla Rappresentativa continuamente alla ricerca dell’episodio buono per sbloccare il match. La palla non vuole entrare alle spalle di Gladiali mentre lo fa con Cavalieri al 26’: il numero uno rinvia dalla propria area piccola colpendo in pieno la schiena di De Leon, il quale indirizza involontariamente la sfera in gol. La rete dei Camioneros costringe la squadra a sbilanciarsi ancora di più e dieci minuti dopo, su azione di contropiede, ancora De Leon deposita la palla in rete di testa su un cross perfetto di Martinez. Delusione e rabbia accompagnano la Rappresentativa negli spogliatoi, costretta ad abbandonare la competizione nonostante le prestazioni importanti contro Bari e Napoli. Nell’altra sfida i partenopei superano la formazione pugliese per due reti a una e si qualificano al primo posto del girone 6 che vale gli ottavi.

“C’è grande delusione per il risultato di oggi, soprattutto alla luce di quanto fatto nei due precedenti incontri dove avremmo sicuramente meritato qualcosa in più – commenta amaro Gentilini a fine partita – Il dover fare risultato a tutti i costi non ci ha fatto esprimere per come siamo soliti farlo, abbiamo avuto tante occasioni per portare la gara dalla nostra parte ma la legge del calcio è questa. La vittoria che ci è sfuggita all’esordio avrebbe potuto dare la spinta decisiva a questo gruppo di calciatori che si sono dimostrati straordinari sia dal punto di vista professionale che umano. Rimane la consapevolezza di aver messo a dura prova squadre abituate a giocare insieme tutto l’anno, auguro ai miei ragazzi di poter raggiungere in futuro i loro obiettivi”

CAMIONEROS-RAPPRESENTATIVA SERIE D 2-0
Camioneros
(4-4-2): Gladiali; Ardiles, Alegne Rojas, Vazquez, Duarte (20’ st De Leon); Heinze (dal1’st Baigorrie, 42’ st Limpes)), Parra, Moyano (42’ st Giorno), Chanovo (dal 1’st Altamiedro); Maldonado (20’ st Martinez), Tunas. A disp: Romero, Avalos, Inglese.  All: Prieto

Rapp Serie D (4-2-3-1): Cavalieri; Vitolo, Tonini (27’ Colantonio), Calvanese, De Fazio; Marini (27’ st Delvino), Tafili; Cigliano (9’st Sapucci), Flores-Heatley, Achenza (dal 32’pt Felleca, 27’ st Nacci)); Bortoluz (dal 9’st Scognamillo). A disp: Zinani, Fiore, Monzani, Claps, Rinaldi. All: Gentilini

Arbitro: Cassella di Bra,  Assistenti: Accetta di Tivoli e D’Acunzi di Asti

Reti: 26’ e 37’st De Leon

Ammoniti: Chanovo (C), Marini, De Fazio (R); Espulsi: Tunas (C); Recupero: 2’pt e 3’st

LA GARA – Gara molto spigolosa già in apertura, gli argentini spezzano spesso il gioco con falli a rischio sanzione di Cassella. Al 3’ sono proprio loro ad avere la prima chance per passare in vantaggio con Tunas, ma l’attaccante spara alto da posizione abbastanza ravvicinata. Al 9’ Flores Heatley ruba palla alla difesa avversaria e si invola verso l’area di rigore, la sua conclusione non trova però lo specchio di porta. E’ ancora il giocatore della Nuorese a rendersi pericoloso con i suoi movimenti in verticale ma indugia davanti al portiere facendosi chiudere sul fondo. Al 21’ Bortoluz, costretto spesso a fare a sportellate con Alegne Rojas e Vazquez, viene servito bene dai compagni all’altezza della lunetta, il suo tiro esce di un metro abbondante alla sinistra di Gladiali. Dopo mezz’ora di gioco Gentilini perde Achenza per infortunio, dentro Felleca che in una manciata di minuti guadagna una buona punizione dal limite. Si incarica della battura lo stesso giocatore della Cavese senza troppa fortuna.
Al 54’ l’episodio che potrebbe cambiare il match: Tunas, già ammonito, interviene scomposto per la seconda volta e viene spedito fuori da Cassella lasciando i suoi compagni in inferiorità numerica. Ed infatti al 61’ la Rappresentativa va vicinissima per ben due volte al vantaggio nel corso della stessa azione: Felleca finta di calciare col destro e conclude in porta col piede opposto, Gladiali respinge verso Scognamillo che calcia violentemente ma con un altro miracolo riesce a deviare sulla traversa. La partita è stregata per i ragazzi di Gentilini che due minuti dopo trovano un altro legno su una conclusione di Flores Heatley. La beffa si concretizza al 71’ quando Cavalieri riceve un appoggio comodo per il rinvio ma si attarda a rinviare sulla pressione di De Leon, entrato da appena cinque minuti. Il rilancio del portiere, fin lì impeccabile, sbatte sulla schiena del calciatore argentino ed il pallone si infila incredibilmente in porta. A quel punto, sotto di una rete e con il risultato da ribaltare a tutti i costi, la Rappresentativa si riversa in avanti alla ricerca del gol. Nonostante gli sforzi sono ancora una volta gli argentini a metterla dentro sugli sviluppi di una perfetta azione di contropiede: all’82’ Martinez serve sulla testa di De Leon una palla perfetta che l’attaccante è bravo a piazzare all’angolino basso. Il raddoppio taglia le gambe alla formazione in maglia arancio blu che non riesce più a reagire.

Più informazioni su