vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

“Da ‘Il Piacere’ al piacersi”, un convegno sulla bellezza al Festival Dannunziano di Casoli foto

Più informazioni su

CASOLI. “Da ‘Il Piacere’ al piacersi – La bellezza che attraversa il tempo”, questo il titolo dell’evento organizzato dal laboratorio culturale Luce Lab con il patrocinio di Slow Food Chieti e il contributo del Comune di Casoli che si terrà sabato 22 luglio al Castello Ducale di Casoli.

L’incontro, che s’inserisce all’interno della terza edizione del “Festival Dannunziano”, ha l’obiettivo di ripercorrere la percezione del senso estetico da D’Annunzio ad oggi attraverso un convegno che inizierà alle 19.00 e al quale parteciperanno, in qualità di relatori, la prof.ssa Laura Oliva, appassionata di letteratura del Novecento e studiosa del Vate del quale ha approfondito l’aspetto legato all’estetica, alla moda e all’arredamento nei romanzi e nelle cronache mondane e Toni Belfatto, esperto internazionale di trucco permanente e tricopigmentazione, ricercatore, docente, presidente dell’Aider (Associazione Italiana Dermopigmentazione), membro del Comitato internazionale di trucco permanente e relatore di convegni estetici in tutto il mondo. Belfatto peraltro ha già trattato in diverse occasioni e in più contesti accademici il tema della bellezza come valore storico, evolutivo ed emozionale del quale potrà fornire testimonianza diretta ed autorevole.

“L’iniziativa nasce dalla volontà  di ripercorrere una rivisitazione storica della bellezza dannuziana e renderla attuale – spiegano gli organizzatori di Luce Lab –  il concetto di bellezza infatti sarà affrontato da una studiosa e un professionista del settore che ne permetteranno un’immediata attualizzazione”.

L’obiettivo principale è quello di coinvolgere un target di pubblico il più ampio possibile in un’iniziativa che approfondirà gli aspetti inconsueti di Gabriele D’Annunzio che soggiornò più volte nel Castello Ducale di Casoli, ospite della famiglia Masciantonio.

“La necessità di valorizzare persone e luoghi – aggiungono i promotori dell’iniziativa – è la finalità primaria di Luce Lab, una realtà che nasce dall’unione di un gruppo di amici, conoscenti e cittadini casolani che condividono un sogno: valorizzare la propria storia e il proprio territorio attraverso occasioni di confronto, conoscenza e dibattito ma anche di divertimento, gioia e allegria”.

 Il seminario del 22 luglio sarà seguito da un’esclusiva degustazione di prodotti enogastronomici di eccellenza del territorio, realizzata con la preziosa partnership di Slow Food e curata da Tommaso Masciantonio dell’azienda “Trappeto di Caprafico e dal master sommelier Nicola Boschetti.

Tutti i produttori  accompagneranno e guideranno il pubblico nella conoscenza dei cibi alla scoperta della qualità, della storia e della bontà di tale ricchezza alimentare.

Durante l’evento, inoltre, si potrà visitare la mostra fotografica dedicata al Castello Ducale di Casoli curata da Pasquale Imbastaro e ascoltare, durante la degustazione, il concerto dei Night&Day Trio che ripercorrerà la storia del jazz, da Gershwin a Cole Porter, da Charlie ad alti ancora. Il trio nasce nell’ambito del Conservatorio “L.D’Annunzio” di Pescara dalla collaborazione tra Sara Ciancetta alla voce, Paolo Di Matteo al piano keyboard e Antonio Palombo al contrabbasso.

Questo non sarà l’unico appuntamento del Festival Dannunziano curato da Luce Lab; si replicherà l’8 agosto con “La gola dell’esteta – A tavola con D’Annunzio”, incontro al quale parteciperanno la nota giornalista Paola Sorge e il dott. Giovanni Vassalli.

 

 

Più informazioni su