vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Raduno Mongolfiere Gessopalena, organizzatori in regola con tutte le autorizzazioni

Più informazioni su

GESSOPALENA. “In merito al vostro articolo pubblicato in data 31/08/2017 sul blitz della Guardia di Finanza al Raduno delle Mongolfiere di Gessopalena ci sentiamo, in quanto associazione organizzatrice dell’evento, di precisare quanto segue.
L’Associazione Vivere Gessopalena, organizzatrice della seconda edizione dell’evento Mongolfiere nella Majella Orientale, era ed è in possesso di tutte le figure professionali previste dall’Enac per le Manifestazioni aeree e quindi è assolutamente in regola; di tutte le autorizzazioni previste dalla vigente normativa (nota protocollo 22334/17 con la quale il Direttore generale dell’Aeroclub Italia ha approvato la manifestazione ed il suo programma ed ha contestualmente nominato il direttore tecnico della stessa e nota Enac – Epe 0085238-P con cui l’Ente nazionale per l’Aviazione Civile ufficio aereoportuale di Pescara, acquisiti i pareri Enav-Acc Brindisi e dell’Aeronautica Militare-Servizio Controllo e coordinamento di Brindisi, nonché il Notam w2265 del 22/08/2017, ha comunicato il proprio nullaosta allo svolgimento della manifestazione). In data 23/08/2017 con nota n.16957 il Questore di Chieti ha espresso il nulla osta di propria competenza e il Prefetto della Prov. di Chieti con decreto n. 52023 ha autorizzatato la manifestazione notificando lo stesso decreto a mezzo Pec alla Polizia di Stato, alla Aeci, all’Enac, Aereopescara, al Direttore di Manifestazione, all’Aeroclub di Benevento, al Comune di Gessopalena e ai Carabinieri di Torricella Peligna).
Dopo la doverosa puntualizzazione di cui sopra, ci preme sottolineare che:
la finalità della Manifestazione era ed è quella di promuovere il turismo e le bellezze paesaggistiche e storiche del territorio attraverso un tipo di volo, come quello in mongolfiera, in stretto connubio con la natura.
A Gessopalena sono arrivate circa 25 mila persone che in ogni giornata hanno potuto partecipare a tanti eventi e non solo ai voli. Sono tornate generazioni di giovani dall’estero i cui avi erano di Gessopalena, che grazie a internet hanno appreso dell’evento fin dall’anno scorso, e hanno deciso di venire finalmente a conoscere il paese d’origine. Oltre alle mongolfiere, le quattro giornate sono state ricche di attrazioni, che hanno spaziato dalla sfilata medievale al raduno di auto d’epoca, dal buon cibo tipico alle attività ludiche e laboratoriali per i piccoli, dalla buona musica e i concerti agli artisti di strada, dai madonnari ai paramotori e, non da ultimo, ai percorsi benessere.
Sono state organizzate visite guidate nei territori dei paesi vicini e al nostro Borgo Medievale.
Crediamo sia riuscita anche la finalità di promuovere turisticamente non solo Gessopalena, ma tutti i paesi limitrofi, giacché in molti da fuori Regione sono arrivati in camper o hanno alloggiato negli alberghi vicini, scegliendo il nostro territorio proprio grazie alla manifestazione da noi promossa.
L’organizzazione dell’evento ha comportato un lavoro enorme, con grande impegno e dispendio di energia da parte dell’Associazione Vivere Gessopalena, del comune, dei volontari, dei ragazzi assunti per lavorare alla sua buona riuscita.
Un piccolo paese, come tanti all’ombra della Majella, e il suo splendido Borgo Medievale, hanno avuto la possibilità di farsi apprezzare.
Paese e territorio che hanno tanto da offrire e che grazie a questa manifestazione hanno avuto la possibilità di farsi conoscere.
E sul web si è parlato positivamente di tutto L’Abruzzo. Una speranza in un momento in cui la nostra Regione sta soffrendo (terremoto, incendi, etc.). A detta della maggior parte dei visitatori sono state giornate di festa e interessanti.
In un clima positivo e di grande impegno generale, siamo tutti rimasti enormemente stupiti dall’arrivo alle prime luci dell’alba del 26 agosto di ben 6 finanzieri del nucleo operativo della sezione aerea di Pescara, rimasti con noi sino alle 23 di sera che in seguito abbiamo appreso essere già presenti in loco sin dal 25 agosto per attività di indagine e spionaggio.
Stupiti giacché in un momento di grande preoccupazione per gli incendi che stanno devastando l’Abruzzo (la domenica pomeriggio i voli liberi non si sono potuti svolgere per la presenza di canadair che transitavano a bassa quota all’interno del nostro Notam), Regione verde d’Italia, la nostra manifestazione, nata e sviluppatasi nella positività e nell’impegno, ha destato tanta preoccupazione. Tra l’altro erano in corso decine di altre manifestazioni in giro per l’Abruzzo.
E’ per questo, per capire il perché di tanta attenzione da parte della Finanza, che rappresentati dal nostro legale abbiamo presentato a mezzo pec richiesta ufficiale di accesso agli atti.
La nostra Associazione farà tutto quanto in suo potere/dovere, nel rispetto della legge, e in tutte le sedi più opportune, per dipanare la matassa, che a suo avviso è stata artatamente montata nei modi e tempi.
Da ultimo i piloti e proprietari di mongolfiere partecipanti al raduno sono tutti professionisti seri, noti a livello nazionale ed internazionale per le loro qualità aerostatiche e per essere dei campioni nazionali, partecipanti a numerosissimi raduni nazionali ed internazionali da oltre un trentennio, senza che agli stessi siano mai state effettuate contestazioni. Si precisa con forza che nessuna persona che ha effettuato il volo ha mai corso pericolo di alcun genere, ma tutti quelli che hanno avuto la possibilità di volare hanno ringraziato l’organizzazione per l’esperienza unica ed indimenticabile vissuta.
Si contesta il metodo utilizzato, che di fatto ha avuto l’effetto di boicottare la manifestazione, posto che il controllo documentale da parte della Guardia di Finanza poteva essere tranquillamente svolto con congruo anticipo e non nel mezzo della manifestazione, al fine di garantire il rispetto delle regole e la sicurezza di tutti, e non per interrompere sul più bello un evento organizzato a fini di promozione turistica e senza scopo di lucro.
Infine si sottolinea che i militari della Guardia di Finanza non hanno affatto diffidato gli equipaggi ad alzarsi in volo, rifiutando di emettere formale atto di diffida, ma hanno “consigliato” di non trasportare persone a pagamento.
Cioè hanno chiaramente spiegato che i voli erano possibili e consentiti al solo equipaggio ed a persone imbarcate a titolo gratuito, con buona pace di ogni e qualsiasi discorso in materia di sicurezza (ampiamente garantita) e di rispetto delle regole…”
L’Associazione Vivere Gessopalena
Il Presidente
(Melchiorre Geom. Giuseppe)

Più informazioni su