vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

A Silvi la Sclocco inaugura la prima scuola media d’Abruzzo senza zaino foto

Più informazioni su

SILVI. Inaugurata questa mattina a Silvi la prima scuola media “Senza Zaino” d’Abruzzo. Ad aprire le porte a questo nuovo modo d’insegnare, l’Istituto Comprensivo “Pascoli” che, già dall’anno scorso, applica il metodo alla scuola dell’infanzia e in due plessi della primaria.

La Cerimonia, che si è aperta con la consegna delle borse (piccole tracolle donate agli alunni, quasi a testimoniare l’addio allo zaino) ha visto la partecipazione degli allievi, del Dirigente scolastico e di Dirigenti provenienti da altri istituti, degli insegnanti, dei genitori dei ragazzi e dell’assessore regionale alle Politiche Sociali, Marinella Sclocco.

“Abbiamo creduto in una scuola che fa le regole insieme agli alunni – ha spiegato la Dirigente dell’Istituto Comprensivo Maristella Fortunato il cui motto è “aiutami a fare da solo” e in cui gli alunni possono diventare custodi del proprio ambiente, ma con la fortuna di trovare tutto a scuola. Si tratta di una metodologia – ha precisato la Fortunato – basata sui principi della responsabilità, dell’autonomia e della comunità che sviluppa dinamiche in cui gli alunni vengono educati al senso civico e alla condivisione, poiché le cose sono di tutti. È il passaggio dal mio al nostro – ha continuato la Dirigente – in cui, ognuno apprende con il suo ritmo, ma insieme. I bambini e i ragazzi – ha concluso la Fortunato – crescono nella loro interezza, quindi non solo come alunni, ma come cittadini e come persone. E per questo devo ringraziare gli insegnanti, che si sono messi in gioco, i genitori, che hanno comprato i materiali, e l’amministrazione dell’ex sindaco Francesco Comignani, per aver scelto di investire nella scuola, nei ragazzi e nel futuro.”

La Sclocco, che ha vissuto con grande entusiasmo la cerimonia, ha manifestato subito grande interesse nel promuovere le Scuole Senza Zaino in Abruzzo. “Mi piacerebbe – ha commentato l’assessore alle politiche sociali – che questa buona prassi e questo modo speciale di fare scuola, di stimolare e di incuriosire i ragazzi, diventi una metodologia da riprendere e diffondere. In Abruzzo – ha commentato ancora l’assessore – esistono altre tre scuole “Senza Zaino”: la primaria di Atessa, quella di Casalbordino e quella dell’Istituto Comprensivo 1 di Chieti. Oggi – ha aggiunto la Sclocco – all’Istituto Comprensivo “Pascoli” di Silvi va riconosciuto il merito di fare da apripista anche per la scuola media, divenendo esempio ancor più virtuoso di questo metodo a dir poco “spettacolare” d’insegnare.  Adesso – ha concluso la Sclocco – aspetto con ancor più impazienza l’incontro previsto per fine settembre con Annamaria Leuzzi, Dirigente del Ministero dell’Istruzione per la programmazione e gestione dei fondi strutturali europei e nazionali per lo sviluppo e la coesione sociale, che potrà indicarci i bandi e farci vedere le opportunità economiche per le scuole e per i nostri ragazzi e per riuscire a creare nuove classi Senza Zaino.”

Più informazioni su