Icaro la caduta

“Icaro la caduta” il monumento sognato dall’artista Pachioli per Piazza Verdi

FIRENZE. Lo scultore vastese Mario Pachioli, che da tempo vive a Firenze, nei giorni scorsi ha ricordato dell’idea che aveva diversi anni fa di un monumento per Piazza Verdi “Icaro la caduta”.

“Noi Artisti –ha spiegato Mario Pachioli- siamo un po’ sognatori, per fortuna sognare non costa nulla. Nella mia vita artistica di sogni ne ho fatti tanti, con l’aiuto del buon Dio tantissimi si sono avverati sia in Italia che all’estero. Confesso che ho tante commissioni importanti, il mio rammarico purtroppo va alla mia cara Vasto che mi ha sempre osteggiato. So che avrei potuto realizzare opere stupende se me ne avessero dato l’occasione, purtroppo non è andata così. Mi dispiace, non ho rancore per nessuno, doveva andare così. Per fortuna sono venuto a Firenze altrimenti avrei fatto la fine di tanta povera gente che pur sognando si è dovuta adattare ad una cultura che purtroppo da qualche secolo non cresce, questo accade anche in altre parti d’Italia. Seppur lontano ho sempre amato la mia cara Vasto, ripeto ho tantissimi amici e per chi mi ha osteggiato non porto rancore”.

Mario Pachioli diversi anni fa su commissione della signorina Tana, ha realizzato il monumento in bronzo di San Pio all’ ingresso dell’Ospedale di Vasto. All’artista vastese era stato commissionato anche il portale della chiesa di Sant’Antonio di Padova, portale che però non è mai stato realizzato.

“Forse non tutti sanno che la mancata realizzazione del portale di S. Antonio, non è stata colpa di Don Stellerino, il parroco che si era prodigato tantissimo, bensì è dipeso dalle Belle Arti dell’ Aquila che hanno bloccato tutto, addirittura hanno detto di restaurare il vecchio e decadente portone attuale. Peccato poteva essere un’opera importante per Vasto. Auguro a tutti un felice anno e tanta fortuna come l’ho avuto io. Un ultimo ringraziamento a Vasto che mi ha dato i natali”.

Guarda la foto:

mario pachioli