nevevasto

Immigrati rimuovono la neve dando il loro contributo

VASTO.  Immigrati ospiti dei centri di accoglienza del Consorzio Matrix in questi giorni sono impegnati nella rimozione della neve nella Città Histoniense, nel Vastese, e non solo.

In ordine di tempo è soltanto l’ultima di una serie di attività con cui i richiedenti asilo dimostrano concretamente la loro gratitudine al luogo che sta dando loro accoglienza. Non sono obbligati, non hanno compenso. Sono volontari. Non chiedono l’elemosina e non “vagano per la città”. Nel momento del bisogno sono scesi in strada, pala in mano, e hanno dato il loro umile contributo.

L’albero che cade fa più rumore della foresta che cresce. Eppure questa foresta cresce a vista d’occhio. E continua a farlo in un silenzio che cela un fragoroso moto di collaborazione, fratellanza e gratitudine.

Spalare la neve non è soltanto una buona azione dettata dall’emergenza. È soprattutto una naturale conseguenza di come gli attuali immigrati siano inseriti nei progetti per la Città. Come ad esempio la futura pulizia delle spiagge di Vasto Marina, Punta Penna e Punta Aderci. O ancora la manutenzione del decoro urbano nelle aree verdi. Le intemperie scendono dall’alto, senza un motivo, ma poi torna il Sole, la neve si scioglie. E la foresta cresce.

Guarda la fotogallery: