• 15189
  • Facebook OKNOtizie Technorati Delicious Splinder Invia via Mail

    Daniele Lupo, "vastese d'adozione", pronto per Londra 2012

    Nella notizia...

    Daniele Lupo, "vastese d'adozione", pronto per Londra 2012
    Daniele Lupo

    Altre in

    VASTO – Manca un mese all’inizio dei Giochi Olimpici di Londra. L’Italia cercherà di recitare un ruolo da protagonista, con gli atleti ormai affermati e con i suoi astri nascenti. Tra questi c’è il romano Daniele Lupo, 21 anni, che giocherà in coppia con il 23enne ortonese Paolo Nicolai. Lupo è vastese d’adozione, tra i suoi primi maestri c’è Ettore Marcovecchio, tecnico della San Gabriele Volley e nel giro della nazionale da molti anni. E’ un’intervista dal sapore dolceamaro, dopo la scomparsa, proprio ieri, del tecnico Jon “Jonny” Stevenson. “E’ stato il nostro allenatore, insieme a Mike Dodd, nel periodo americano- spiega Daniele Lupo- . Lui faceva il tifo per noi e se ci siamo qualificati alle Olimpiadi è anche merito suo”.

    Per la prima volta l’Italvolley si presenta al gran completo ai Giochi. Maschile e femminile nell’indoor, la coppia Cicolari-Menegatti nel beach volley femminile e Lupo-Nicolai nel maschile. Daniele Lupo (Lupino, come lo chiamano tutti) è il più giovane di questa “truppa”.

    Qual è stato il tuo primo pensiero nel momento in cui avete conquistato la qualificazione?
    Il mio primo pensiero è andato a Paolo Nicolai, un grande compagno con cui abbiamo fatto dei grandi sacrifici insieme. Ora inizia davvero  la nostra avventura.

    A un mese dall'inizio come ti immagini Londra?
    Naturalmente me la immagino perfetta in ogni cosa! E quando dico tutto immagino davvero tutto!

    Il beach volley in Italia non ha una grande visibilità. Ti pesa durante l'anno, quando fai allenamenti su allenamenti?
    Purtroppo non ha ancora una grande visibilità qui in Italia, ma presto, ne sono certo, grazie all’aiuto di tutti, diventerà sicuramente una delle discipline più belle e seguite. In ogni mio allenamento penso a tutte le persone che conosco e sono appassionate a questo sport perchè mi danno davvero la forza.

    A beach volley in estate giocano tutti. Perchè, nonostante atleti d'eccellenza sia nel maschile che nel femminile il beach in Italia non decolla?
    Secondo me è perché non abbiamo un campionato nazionale di qualità. Ci sono solo 4-5 tappe in giro per l’Italia per gli atleti di primo piano e poi finisce lì. Alle Olimpiadi però è uno degli sport più seguiti, quindi credo potrà crescere anche in Italia.

    Come vi state preparando in questi giorni?
    Stiamo spingendo molto sia sul campo che con i pesi. Ora è il momento di essere ancora più concentrati e fare sempre più sacrifici. Come ci diciamo sempre io e Paolo: “Grande sacrificio, grande obiettivo”.

    Cosa si prova a sapere di rappresentare la propria nazione nella manifestazione sportiva più importante?
    Sicuramente è una responsabilità, però estremamente positiva! Alle Olimpiadi rappresenti l’Italia a tutti gli effetti e quindi bisogna dare massimo. Sono entusiasta e non vedo l’ora di scendere in campo!

    Realisticamente quante possibilità vi date?
    Bella domanda. Per ora preferisco non rispondere (partono gli scongiuri vari, ndr),ma sicuramente faremo la nostra bella figura. Questo è poco ma sicuro!

    Vasto, almeno chi gravita nel mondo della pallavolo, ha un affetto particolare per te. Tu che rapporto hai con questa città?
    Io sin da piccolo facevo i collegiali con Ettorino Marcovecchio. La mia qualificazione è anche grazie a lui. Vasto la considero davvero come una seconda casa. Spero che prima o poi ci sia di nuovo una tappa importante da giocare, io ci sarò sicuramente. Non posso saltare qualcosa a Vasto!

    Sei ancora molto giovane ma già con tanta esperienza. Ti sei dato degli obiettivi a medio-breve termine?
    Giovane diciamo di età, perchè di fisico ne dimostro almeno il doppio...no dai scherzo!!! Di obiettivi ne ho tanti ma sono segreti non posso ancora svelarli. Sicuramente non smetterò mai di giocare a beach volley, su questo potete giurarci.

    Giuseppe Ritucci

    Nella fotogallery Lupo in campo a Vasto lo scorso anno insieme a Tomatis


    Stampa | « Torna alla Versione Completa