"Buone pratiche didattiche", gli alunni della Nuova Direzione Didattica all’Università del Molise

Attualità
Vasto venerdì 18 maggio 2018
di La Redazione
Più informazioni su
Gli alunni della Nuova Direzione Didattica all’Università del Molise
Gli alunni della Nuova Direzione Didattica all’Università del Molise © Vastoweb

VASTO. Ieri gli alunni delle classi seconde della scuola primaria Ritucci Chinni – Nuova Direzione Didattica di Vasto- accompagnati dalla Dirigente Scolastica Concetta Delle Donne e dai docenti Elisa Mariotti, Silvia Galli, Delia Scardapane, Massimiliano Santella, Silvia Pisaniello, Roberta Saraceni e Clorinda Razzino hanno effettuato un laboratorio didattico presso l'Università degli Studi del Molise, Dipartimento di Scienze umanistiche, sociali e della formazione.

L’Attività è stata programmata nell’ambito della presentazione delle “Buone Pratiche Didattiche” organizzata dal Corso di Laurea in Scienze della Formazione Primaria a conclusione del percorso formativo degli studenti del V anno di Scienze della Formazione. A presentare ben tre percorsi sull’arte nella scuola primaria le insegnanti Mariotti, Galli e Scardapane: l’Albero della vita di Gustav Klimt, il Lapbook sul racconto “Bandiera” di Mario Lodi e i fiori e gli autoritratti di Frida Khalo. La Dirigente Scolastica ha illustrato il progetto Erasmus “Let’s art the future” che vede coinvolto l’Istituto insieme a scuole di altri paesi europei sui temi della consapevolezza del valore educativo delle arti e l’insegnante Razzino, infine, sulla valenza dell’attività creativa per i bambini con bisogni educativi speciali.

I tutor universitari, Prof.ssa Anna Paolella, Prof. Giuseppe D'Aloise e Prof. Florindo Palladino, a conclusione dei laboratori hanno comunicato ai presenti di aver selezionato e inserito queste buone pratiche tra quelle da presentare in un prossimo convegno europeo che si terrà a Malta. L'obiettivo di tale esperienza, programmata a completamento delle attività formative d'istituto sul curricolo di Arte, è stato quello di socializzare le competenze acquisite da parte dei piccoli allievi in merito.

Nel corso della mattinata si è sottolineato più volte che l’espressione artistica è di fondamentale importanza nella crescita dei bambini, innanzitutto come linguaggio delle emozioni, ma soprattutto come importante stimolo per la creatività, l’intuizione, la coordinazione. Dedicare del tempo ad attività artistiche prolunga la capacità d’attenzione, promuove il senso critico, lo spirito di osservazione, il valore della ricerca, il miglioramento continuo. I pur piccoli alunni, grazie ad una prima presentazione delle docenti hanno avuto modo di spiegare “sul campo” il proprio lavoro, coinvolgendo gli studenti universitari e instaurando in pochissimo tempo una alleanza educativa che ha permesso di accrescere il bagaglio umano e formativo di tutti i partecipanti. L’augurio della Nuova Direzione Didattica è di vederli presto da insegnanti nelle nostre scuole; oggi intanto, con grande soddisfazione, i laureandi si sono sentiti chiamare dai bambini “maestra” e “maestro”!