Ecco il progetto su demenza senile e Alzheimer della onlus SocialFrentanoSangro

Flash News
Vasto giovedì 14 giugno 2018
di La Redazione
Ecco il progetto su demenza senile e Alzheimer della onlus SocialFrentanoSangro
Ecco il progetto su demenza senile e Alzheimer della onlus SocialFrentanoSangro © Onlus SocialFrentanoSangro

LANCIANO. Un progetto su demenza senile e Alzheimer, patologie che risultano in crescita in Italia e che, stando ai dati pubblicati dall'Istat nel 2017, con 26.600 decessi, già nel 2014, rappresentano la sesta causa di morte. Il lavoro è stato messo a punto dalla Onlus SocialFrentanoSangro di Lanciano (Ch) ed è stato presentato questa mattina da Luigi Lauria, coordinatore dell'associazione, e da Libera Liana Diana, psicologa e psicoterapeuta.

“L'obiettivo – ha spiegato Lauria – è quello di diventare un punto di riferimento e sostegno per quanti sono affetti da demenza e da Alzheimer e per le loro famiglie che, quasi sempre, si ritrovano da sole e non sanno come affrontare la malattia e rapportarsi con il paziente”.

Il progetto, denominato “A mano a mano”, vuole incrementare le conoscenze sugli aspetti medici e psicologici della malattia; aumentare le competenze gestionali e la comunicazione fornendo gli strumenti teorico-pratici per affrontare la malattia e i cambiamenti che ne derivano; aiutare, chi gestisce il paziente, a riconoscere e ad accettare i cambiamenti e a comprendere il proprio ruolo; ad informare e ad orientare rispetto alle risorse, ai servizi, ai centri e alle attività che il territorio offre.

“In una prima fase – fa presente Diana – ci saranno incontri informativi e psicoeducativi, dove esperti illustreranno, ad esempio, le caratteristiche dell'invecchiamento; le peculiarità cognitive, emotive e comportamentali della persona con demenza; i cambiamenti nella percezione di sé, del proprio ruolo e della relazione con l'anziano; le strategie di gestione di comportamenti problematici e della quotidianità; la rete territoriale esistente”.

Successivamente saranno creati gruppo di mutuo aiuto, basati sull’idea dello scambio di un sostegno reciproco tra famiglie che vivono stesse situazioni di vita e stessi disagi. Poi – aggiunge – organizzeremo incontri individuali, come aiuto psicologico, e, soprattutto, sessioni di stimolazione cognitiva per i pazienti, ossia esercizi volti a mantenere le abilità residue e a stimolare quelle carenti”. Il progetto prenderà il via il prossimo 23 giugno, con una giornata informativa sull'Alzheimer che si svolgerà nella sede della Onlus, in via per Fossacesia 168 a Lanciano.

SocialFrentanoSangro nasce nel 2011, attraverso un Grant (premio) della Fondazione umanitaria italo americana "Anthony Campitelli" di Washington. Nel marzo 2014 è stato avviato, a Lanciano, un Centro sociale polivalente rivolto alla famiglia e con l'obiettivo di coinvolgere competenze nell'ambito sociale, in modo da dare risposte concrete ai cittadini.

“I nostri servizi – evidenzia Lauria – vanno dalle consulenze legali, a quelle medico legali, amministrative, antiusura, psicologiche, alimentari e fiscali. Inoltre abbiamo uno sportello di segretariato sociale 4.0 e forniamo aiuto alle famiglie con ragazzi che hanno problemi nello studio e nell'apprendimento”.