Ivo Menna: "PD, solo silenzio negli ultimi dieci anni sulla questione amianto"

Politica
Vasto giovedì 12 ottobre 2017
di Sara Del Vecchio
Più informazioni su
Ivo Menna: PD, solo silenzio negli ultimi dieci anni sulla questione amianto
Ivo Menna: PD, solo silenzio negli ultimi dieci anni sulla questione amianto © n.c.
VASTO. "Questa è una conferenza che ha lo scopo di sottolineare le attuali condizioni del Partito Democratico che per colpa di una classe dirigente assente ha lasciato alla città negli ultimi dieci anni, una serie di problematiche con cui stiamo ancora facendo i conti."  A dichiararlo è Ivo Menna il quale ha convocato ieri pomeriggio un incontro con i giornalisti insieme a molti ex dipendenti della Svoa che tuttora hanno problemi di salute in seguito all'esposizione all'amianto durante gli anni di lavoro. Questi, ha spiegato Menna, sono inoltre tutti tesserati al PD, come lui da marzo di quest'anno. "Una conferenza che vuole mostrare come questo partito si sia mostrato insensibile verso alcune categorie di lavoratori condizionati da problematiche sanitarie. Di fronte alla seria e drammatica questione dell'amianto per cui dal 2002 stiamo combattendo una battaglia durissima, io non ho sentito alzarsi neanche una voce da parte dell'amministrazione pubblica negli ultimi dieci anni. Sono stati pubblicati articoli anche a livello nazionale circa non solo lo stato di salute degli ex operai, ma anche riguardo l'INPS che richiede indietro i soldi del beneficio tramite azioni legali. Ma questo è un partito completamente slegato dalla città." La denuncia di Ivo Menna riguarda una situazione politica contraddistinta da numerose lacerazioni che, a suo dire, impediscono l'avvento della nuova fase generazionale che avrebbe dovuto instaurarsi con l'amministrazione in carica da un anno e quattro mesi. L'influenza dell'ex sindaco Luciano Lapenna è ancora troppo forte e continua a fare danni. Ciò che viene lamentato è inoltre una mancanza di considerazione di chi è a capo di questo partito nei confronti dei tesserati: "Nonostante l'iscrizione né io, né i miei compagni siamo mai stati coinvolti in assemblee e riunioni dov'era necessario compiere scelte. Ogni cosa è stata fatta come se si trattasse di un'associazione segreta gestita da gruppi dominanti. Allora io chiedo l'immediata riapertura della sezione PD e un dibattito affinché questa sezione possa fungere da collegamento con il sindaco e l'amministrazione per impedire che i politicanti continuino a perseguire solo i propri interessi contro la collettività. Abbiamo avuto recentemente un incontro con la direttrice regionale dell'INPS Valeria Vittinberga che ha preso a cuore la nostra questione e ha escluso dalle riunioni l'avvocato di Chieti dell'INPS che per ritorsione nei confronti dei nostri operai ha fatto ricorso alla Corte di Cassazione nonostante le due sentenze favorevoli al Comitato Esposti ad Amianto di Vasto. Adesso siamo nella fase in cui attendiamo risposte dal Parlamento. Faccio un appello al sindaco affinché su questa questione si esprima e attivi tutti suoi canali politici del suo partito affinché almeno Vasto faccia sentire la sua voce in solidarietà con questi operai che mano a mano se ne vanno, perché le diagnosi sono implacabili." Ivo Menna conclude dichiarando la sua delusione nell'aver constatato negli ultimi dieci anni l'assenza del Consiglio Comunale circa la questione della contaminazione da amianto che si trova ovunque, non solo nelle fabbriche. Nessuna risposta da chi è a capo del Partito Democratico neanche di fronte alla richiesta di sensibilizzare tramite pubblicità la cittadinanza sul tema in questione. "Solo quando si tratta di affari le cose si smuovono".