Campionati Italiani Fight1 di Roma, medaglie d'oro per i Team Praetorian e Sparta

Sul podio Loreta, Liberatore, Pezzotta e Mastronardi

Altri Sport
Vasto martedì 17 aprile 2018
di La Redazione
Più informazioni su
Campionati Italiani Fight1 di Roma, medaglie d'oro per i Team Praetorian e Sparta
Campionati Italiani Fight1 di Roma, medaglie d'oro per i Team Praetorian e Sparta © Vastoweb

VASTO. Traguardi eccellenti per alcuni giovani di Vasto, San Salvo e Montenero al ritorno dai Campionati Italiani Fight1 che si sono svolti a Monterotondo, vicino Roma. Per Vasto hanno "combattuto" Emmanuele Loreta e Federica Liberatore, per San Salvo Michelangelo Pezzotta e per Montenero Vincenzo Mastronardi.

Loreta del Praetorian Team (Vasto) ha debuttato sul ring, perdendo il suo primo match di Muay Thai ai punti ma riscattandosi subito dopo, sorprendendo tutti e arrivando in finale nel torneo dei +80 kg di kickboxing, dopo una super prestazione nelle fasi eliminatorie. Doppia medaglia per lui.

Liberatore del Team Sparta (San Salvo) ha stravinto per verdetto unanime contro un atleta di elevata esperienza marziale. Primo posto e medaglia d'oro per lei.

Mastronardi non è riuscito ad esprimersi nel suo primo incontro e non ha superato la prima fase del torneo di FIght Code Rules.
Ma il riscatto è arrivato subito in giornata per lui, partecipando al torneo kickboxing. Ha battuto uno dopo l'altro tutti i suoi avversari fino ad arrivare al gradino più alto del podio, conquistando il primo posto e il titolo di campione nazionale Cadetto 2018.

Pezzotta è riuscito a superare le fasi eliminatorie ma purtroppo ha perso la semifinale e aggiudicandosi il 3° posto del campionato di Fight Code Rules. Come per il suo compagno, la voglia di riscatto lo ha portato ad una brillante prestazione, partecipando al torneo kickboxing dove dopo aver battuto un insidioso avversario nelle semifinali è riuscito ad arrivare anche lui sul gradino più alto del podio aggiudicandosi la medaglia d'oro.

Il resoconto finale conta dunque 3 argenti e 3 ori insieme ad un bagaglio di bellissime soddisfazioni che questi giovani e i loro team si sono portati a casa.