Samuel Di Nocco, il giovane portiere di Celenza sul Trigno che sogna la serie A

Attualmente è in forza nella San Gallo di Settimo Torinese, ma è sotto i riflettori di società importati come Genoa e Torino

Calcio
Vasto venerdì 08 giugno 2018
di La Redazione
Più informazioni su
Samuel Di Nocco, il giovane portiere di Celenza sul Trigno che sogna la serie A
Samuel Di Nocco, il giovane portiere di Celenza sul Trigno che sogna la serie A © Vastoweb

CELENZA SUL TRIGNO. Samuel Di Nocco, portiere della San Gallo, squadra di Settimo Torinese è stato convocato ed ha effettuato un provino con il Genoa, blasonata società di Serie A. I primi passi nel mondo del calcio li ha mossi sul campo del suo paesino, Celenza Sul Trigno per poi passare nelle giovanili del Cupello. Samuel Di Nocco classe 2003, che oggi difende i pali dei giovanissimi regionali della San Gallo, ha avuto l'occasione che sognava: un provino con la maglia del Genoa, squadra professionistica che gli ha offerto questa magnifica opportunità, giunta grazie alla sua tenacia, grinta e al suo amore per il calcio.

Oltre al provino con il Genoa, di cui attende una risposta, è previsto anche un provino con il Torino: "Sono molto contento di provare per una squadra professionistica – commenta Samuel- certo mi piacerebbe un giorno sfondare nel calcio che conta. Da oltre sei mesi studio e vivo a Torino, in seguito al trasferimento alla società di Settimo Torinese".

Abbiamo chiesto a Samuel cos'è il calcio per lui: “Il calcio per me è la mia vita, non riuscirei a vivere senza, lo vivo visceralmente, come una gran passione”.

Come sei diventato portiere?

“Ero piccolo, avevo pochi anni, giocavo con gli amici a Celenza Sul Trigno. Durante una partita ho giocato come portiere e parai un rigore. Era una partita tra amici e da quella volta non ho più tolto i guanti”.

Chi sono i tuoi idoli?

“Idoli ne ho tanti ma per il mio stile di gioco dico Neuer, Buffon e Perin."

Come ti trovi a Settimo Torinese e come hai reagito alla chiamata del provino Genoa?

“A Settimo Torinese sono confermato, farei le giovanili con la prospettiva di crescere qui un domani. Il Genoa? Non me l'aspettavo, c'era la voce in giro ma sono rimasto concentrato sulla mia squadra, ora sono felicissimo ed emozionato. Io continuerò ad allenarmi per migliorarmi giorno dopo giorno e per perseguire il mio sogno".