vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

A fuoco nella notte deposito di vernici in viale D’Annunzio

Più informazioni su

VASTO – Trenta famiglie evacuate nel cuore della notte, un supermercato inagibile ed un magazzino di vernici e materiali edili divorato dalle fiamme con danni superiori ai 100mila euro. E’ stata una notte di paura, in viale D’Annunzio, a poche centinaia di metri dalla centralissima piazza Rossetti. L’allarme è scattato poco dopo l’1.30 per un furioso incendio, di probabile natura dolosa, scoppiato all’interno della “Euroedil srl”, un deposito di materiale per l’edilizia di proprietà di F.S., 42 anni, originario di Macchia Valfortore (Campobasso), ma residente in città.

La richiesta di aiuto. “All’1.35 – racconta il sostituto commissario Matteo Marzella – sono arrivate due chiamate ai centralini del 113 e del 115”. A lanciare l’allarme sono stati i residenti, impauriti nel veder uscire del fumo acre ed intenso dalle bocche di lupo del magazzino, che si trova nel seminterrato di un palazzo. Ai vigili del fuoco di Vasto è parsa subito chiara la gravità della situazione. Per questo, insieme agli agenti del Commissariato, hanno disposto l’evacuazione dello stabile di via Michetti in cui alloggiano 30 famiglie. E’ stato necessario l’arrivo dei rinforzi per riuscire a domare il rogo: in città si sono precipitate squadre di pompieri provenienti da Pescara, Chieti, Lanciano, Ortona e Termoli, che hanno lottato con le fiamme fino alle 5.30 del mattino, quando agli inquilini è stato dato il via libera per fare rientro nelle loro case. Gli uomini del Distaccamento di via Madonna dell’Asilo continuano a presidiare la zona per paura che possa persistere ancora qualche focolaio pericoloso, alimentato dalla temperatura elevata. Il supermercato “Conad” rimane inagibile: sono in corso le verifiche sulla stabilità del solaio.

Le indagini. Un’inchiesta è stata aperta dalla Scientifica e dall’Anticrimine del Commissariato di Vasto. “Sospettiamo – spiega Marzella – si tratti di un incendio doloso, anche se non ne abbiamo la certezza”, ma c’è un elemento intorno al quale si concentrano le prime indagini: “La catena del tunnel che porta al magazzino è stata tranciata, per questo abbiamo forti sospetti”. I primi accertamenti hanno permesso di capire che il fuoco è partito dal piccolo ufficio che si trova dentro il magazzino. Ascoltato anche il titolare della “Euroedil srl”, che ha raccontato di non aver subito minacce, né richieste di denaro. “Seguiamo tutte le piste”, si limita a dire Marzella. Si cercano testimoni. La zona è molto centrale, ma nelle notti estive, specie nei fine settimana, il traffico si sposta altrove. Non c’è videosorveglianza. Per questo la polizia cerca qualcuno che ha visto.

                                                                   Michele D’Annunzio

Più informazioni su