vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Giovane confessa agli investigatori “Ho fatto una rapina per comprare la droga”

Più informazioni su

SAN SALVO – Cappuccio calato in testa e coltello in pugno aveva rapinato un negozio di articoli per la casa nel centro di San Salvo, portando via dalla cassa 600 euro.
“L’ho fatto per comprarmi la droga”, ha confessato davanti ai carabinieri N.A., 25 anni, di Cupello, denunciato dai militari dell’Arma. Lo ha tradito l’impronta di una scarpa. E’ tramite quella e le testimonianze di chi aveva assistito alla scena che gli investigatori sono riusciti a risalire all’identità del responsabile dell’episodio verificatosi il 3 luglio scorso in pieno centro, a San Salvo.
Il giovane, a volto coperto e brandendo un coltello, aveva fatto irruzione nell’esercizio commerciale, facendosi consegnare il denaro, 600 euro in tutto. Poi, si era dileguato a bordo di una utilitaria. Qualcuno, però, lo aveva visto aggirarsi poco prima della rapina nei pressi del negozio con fare furtivo. Ai testimoni non erano sfuggiti due particolari: l’autore del colpo indossava gli stessi indumenti di un ragazzo che era stato visto aggirarsi nei pressi del negozio  un paio di ore prima del verificarsi dell’episodio. Le indagini compiute dagli uomini del capitano Giuseppe Loschiavo hanno poi permesso di rilevare la presenza, sul pavimento del locale, di un’impronta che corrispondeva a quella delle scarpe trovate dai militari dell’Arma all’interno dell’abitazione di Cupello del giovane. Nel corso della perquisizione domiciliare, sono stati rinvenuti i vestiti ed il cappuccio, il coltellino ed i vestiti utilizzati il giorno della rapina, oltre a circa 5 grammi di eroina, 10 di sostanza da taglio. Interrogato alla presenza del suo avvocato, il venticinquenne ha confessato: “L’ho fatto per comprarmi la droga”.           

Più informazioni su