vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Semina il panico e investe una donna, arrestato pirata della strada

Più informazioni su

VASTO – Un “pirata della strada” ha a seminato il panico nel centro di Vasto e investito una donna che stava attraversando sulle strisce pedonali in piazza Verdi e ora è sotto osservazione in ospedale. Con le accuse di guida in stato di ebbrezza, omissione di soccorso e resistenza a pubblico ufficiale, è stato arrestato giovedì sera dalla polizia dopo un inseguimento ad altissima velocità nel cuore della città Costantin Onea, 29 anni, rumeno residente a Montenero. “Sono stati attimi di terrore lungo le strade del centro”: inzia così a raccontare i fatti il sostituto commissario Matteo Marzella, che coordina le indagini degli agenti nell’ambito dell’inchiesta aperta dal sostituto procuratore presso il Tribunale di Vasto Irene Scordamaglia. Erano circa le 21, quando gli automobilisti in transito lungo la provinciale 181, la strada interna che collega Vasto a San Salvo, hanno visto una Fiat “Marea” station wagon sfrecciare a folle velocità e procedere a zig-zag in direzione Vasto.
“La prima segnalazione – spiega Marzella – è arrivata quando l’uomo al volante è passato col rosso al semaforo di località Sant’Antonio Abate”. In quel momento, la Volante è partita per andare a fermarlo. Intanto, la “Marea” “divorava” l’asfalto di via Cardone, via San Michele, via Vittorio Veneto, dove ha danneggiato diverse auto in sosta. Il primo pericolo serio lo hanno corso le persone che uscivano dalla chiesa dell’Addolorata di piazza Rossetti, che “sono state costrette a fare un salto all’indietro – racconta il sostituto commissario – per evitare di essere investite”.
L’auto impazzita ha proseguito lungo corso Garibaldi. In piazza Verdi si è sfiorata la tragedia: una donna, F.F. 35 anni, casalinga di Vasto, “stava attraversando la strada sulle strisce pedonali, quando si è vista piombare addosso la macchina. La vittima è rimasta a terra: aveva perso conoscenza. In piazza Verdi – prosegue Marzella – la Volante ha intercettato la vettura del rumeno ed è iniziato l’inseguimento, durante il quale il ventinovenne ha cercato si speronare la pattuglia che cercava di affiancarlo” in via Crispi e via Roma, fino a quando “i nostri uomini lo hanno costretto a deviare verso la chiesa della Madonna delle Grazie. Davanti all’arena comunale c’era un’altra pattuglia a chiudere la strada”.
L’uomo è stato costretto a fermarsi. E’ sceso dall’auto e ha preso a calci pugni due agenti. A uno di loro ha rifilato una testata in pieno viso. Costantin Onea è stato ammanettato e rinchiuso nel carcere di Torre Sinello. La polizia stradale ha compiuto i rilievi del caso comminando allo straniero multe per complessivi 500 euro. In piazza Verdi, tra le urla della gente impaurita nel vedere che la vittima non dava segni di vita, sono stati i sanitari del 118 a prestare alla donna  i primi soccorsi e a trasportarla all’ospedale “San Pio da Pietrelcina”, dove i medici le hanno riscontrato un trauma cranico cervicale, contusioni ed escoriazioni multiple. Guarirà in 15 giorni, ma ha corso un brutto pericolo.

Più informazioni su