vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Di Giuseppantonio-Coletti, lite infinita sui conti della Provincia

Più informazioni su

VASTO – “Senza soldi non si canta messa”. Continua con una battuta di Enrico Di Giuseppantonio, presidente della Giunta provinciale di Chieti, la polemica tra centrodestra e centrosinistra sulle condizioni in cui versano le casse della Provincia.
Per la nuova maggioranza, c’è il rischio bancarotta, mentre l’attuale opposizione sostiene di aver lasciato i conti in ordine.
“I numeri – afferma Di Giuseppantonio – non si possono interpretare. A Tommaso Coletti (ex presidente dell’amministrazione provinciale targata centrosinistra, n.d.r.) ribadisco che dalla lettura delle carte emerge chiaro il fatto che ci sarebbero tutte le condizioni per dichiarare il dissesto, cioè il fallimento della Provincia. Se non ho ancora convocato una conferenza stampa per chiarire la nostra posizione è perché attendo due passaggi istituzionali fondamentali: l’incontro con i revisori dei conti, che avrò lunedì insieme ai miei assessori ed ai dirigenti, e il Consiglio provinciale, già fissato per l’8 settembre, ma ancora da convocare, in cui illustreremo ufficialmente lo stato dei conti. Siamo impegnati nel valutare l’intera situazione e nel trovare le soluzioni più opportune per evitare il dissesto, anche se la strada è davvero in salita. In questo quadro di incertezza – polemizza il presidente della Provincia rivolgendosi al suo predecessore – Coletti non può sparare numeri senza senso, addirittura ventilando l’ipotesi di una impossibile riassunzione della maggior parte degli interinali: è un’operazione demagogica e priva di ogni fondamento, tanto più che il gruppo consiliare del Pd conosce la relazione del dirigente degli Affari finanziari e sa qual è realmente lo stato dei conti della Provincia. A questo gioco al massacro, fatto di annunci assolutamente non veri, io rispondo con la serietà dei fatti e dei numeri. Invece di lavorare insieme per la soluzione dei problemi che interessano tutti i cittadini della provincia di Chieti, il Pd preferisce affidarsi alle bugie e alla distorsione della realtà, parlando di soldi che non ci sono e di riassunzioni impossibili. Voglio ricordare all’amico Tommaso – conclude Di Giuseppantonio – che senza soldi non si canta messa”.

 

Più informazioni su