vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Un furgone semina il panico a Punta Aderci, aperte le indagini

Più informazioni su

VASTO – Semina il panico nella riserva di Punta Aderci a bordo di un furgone, poi scompare facendo perdere le proprie tracce.
I responsabili della “Cogecstre”, la cooperativa che gestisce l’area
protetta, hanno già presentato una denuncia ai carabinieri della Compagnia di Vasto, affinché si apra un’indagine per risalire all’identità del responsabile dei raid che più volte nel corso dell’estate hanno scosso la tranquillità dei bagnanti. L’ultimo episodio si è verificato domenica scorsa. Il misterioso furgone Fiat “Ducato”, di colore blu, è stato avvistato di nuovo sulla spiaggia di Mottagrossa. Ogni volta compie le stesse “evoluzioni”, terrorizzando gli amanti della bicicletta che frequentano l’ex tracciato ferroviario. Di recente, il personale della “Cogecstre” ha fatto sistemare delle recinzioni lungo la pista ciclabile naturale ricavata dalla massicciata su cui fino al 2005 si diramavano i binari della linea adriatica. Non sono servite a nulla.
Le scorribande proseguono senza sosta. Domenica il furgone, tra lo stupore e la paura dei presenti, è stato visto sgommare sopra il promontorio di Punta Aderci. Chi si trovava al volante non ha avuto il benché minimo timore che, a distanza di circa tre anni e mezzo, potesse verificarsi sotto il peso del mezzo un nuovo smottamento come quello causato nel 2006 dall’azione erosiva dell’acqua marina. Un altro filone d’indagine per i carabinieri della Compagnia di Vasto.
Si aggiunge a quello aperto dall’incendio che, il 20 agosto scorso, ha
distrutto 3 ettari di macchia mediterranea proprio a Mottagrossa.

Più informazioni su