vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Crisci: voglio due vittorie di fila. All'Aragona si rivede Potenza

Più informazioni su

VASTO – “E’ il momento di tirare fuori gli attributi”. Parole dure, quelle del presidente della Pro Vasto, Domenico Crisci, dopo l’1-2 con la Carrarese, terza sconfitta stagionale (seconda casalinga) su 4 partite. “Non dobbiamo più trincerarci – dice il numero uno della società biancorossa – dietro la sfortuna o gli episodi: sono stati commessi degli errori. Non accetto scuse da giocatori che hanno alle spalle 300 partite in serie C e perdono contro una Carrarese imbottita di fuori quota”. Già ieri, subito dopo la sconfitta con i toscani, ha parlato con il tecnico, Pino Di Meo: “Il nostro – afferma Crisci – è un rapporto che va al di là dell’aspetto professionale. Sono stato realista e lui è d’accordo con me. Ben vengano queste trasferte (prima a San Marino, poi a Monte San Giusto): non voglio sentir dire che sono partite difficili, è il momento di tirare fuori gli attributi. Mi aspetto due vittorie. E’ un concetto – annuncia Crisci – che ribadirò a muso duro anche domani, quando incontrerò la squadra. Prendiamo esempio dalla Nocerina, che ha avuto la capacità di risollevarsi, andando a vincere 5-0 sul campo della Lucchese”.

Ieri, allo stadio Aragona, si è rivisto Ciccio Potenza, l’esterno sinistro che lo scorso anno seminava il panico nelle difese di serie D e che ora gioca ad Ascoli. I tifosi lo hanno accolto con affetto.

Intanto, 14 Daspo, divieti di assistere alle manifestazioni sportive, sono stati emessi nei confronti di altrettanti tifosi del Siracusa. Sono provvedimenti relativi alla finale scudetto di serie D, giocata ad Aprilia ed interrotta per le intemperanze dei supporters siciliani quando la Pro Vasto era in vantaggio per 2-0. La notizia è rimbalzata in Abruzzo tramite il blog internet “Semidiceviprima”, curato da Gabriele Cerulli e Giovanni Spinelli.

Più informazioni su