vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Pochi scuolabus, il Comune incontra i genitori e promette modifiche

Più informazioni su

VASTO – Ritardare di venti minuti entrata e uscita da scuola degli alunni. Lo chiederà Lina Marchesani, assessore alle Pubblica istruzione del Comune di Vasto, ai dirigenti scolastici della città. Ieri l’incontro in municipio con i genitori, che lamentano i disagi patiti dai figli, costretti ad alzarsi molto presto e a rientrare a casa più tardi rispetto allo scorso anno. Il motivo è che è stato ridotto il numero degli scuolabus da 10 a 8. La Marchesani ha ribadito le difficoltà del Comune per via dei tagli al bilancio e delle nuove disposizioni imposte dal decreto Gelmini, garantendo che l’amministrazione sta monitorando le situazioni di disagio e che la fase sperimentale terminerà il 10 ottobre.

Le polemiche. “E’ assurdo – attacca Etelwardo Sigismondi, consigliere comunale del Pdl – che i bambini impieghino un’ora, con il servizio scuolabus, per tornare a casa, e che a volte la mattina debbano attendere trenta minuti, rispetto agli orari previsti, prima che arrivi lo scuolabus. Ciò che fa specie – sottolinea Sigismondi – è che questi ritardi non si manifestano solo nelle zone periferiche della città, come possono essere il Villaggio Siv o Piano Di Marco, ma anche in quelle vicine al centro, come Vasto Marina: forse ci vorrebbe meno a piedi che con il servizio scuolabus”.

 

Più informazioni su