vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Biofox, terza vittoria di fila: battuto il Teramo al "PalaBcc"

Più informazioni su

VASTO – Terza vittoria consecutiva per la BioFox Vasto che, nel campionato di Serie C2, ha regolato al PalaBcc di Vasto la Penta Basket Teramo. Il racconto del match nel resoconto stilato da Francesco Tomassoni, dirigente della BioFox

BIOFOX VASTO  88
PENTA BK TERAMO 65

BioFox VASTO: CAPONE 23(29’), CELENZA 17(23’), Antonucci 12(23’), Di Rosso 11(22’), BARTOLUCCI 8(23’), D’ALESSANDRO 8(31’), DESIATI 5(18’), Spadaccini 2(6’), Laccetti 2(16’), Sacchetta 0(2’), De Felice 0(3’), Cianciosi 0(4’). All.: Della Godenza.

PENTA BK TERAMO: MORETTI 18(30’), BARTOLINI 14(32’), DI ANASTASIO 9(32’), Nardi 8(12’), Squillace 8(23’), Di Carlo 4(17’), Mignogna 2(15’), MERLINI 2(16’), DI CURZIO 0(23’), Foschi n.e.. All.: Passacquale.

Arbitri:  Di Luzio di Pescara e Tarquinio di Pescasseroli.
Parziali:  1°q 20-12, 2°q 39-27(19-15), 3°q 64-44(25-17), Finale 88-65(24-21).
VASTO: Tiri da 2: 26/47(55%); da 3: 7/27(26%); Tiri Liberi: 15/18(83%); Falli: 23.
TERAMO: Tiri da 2: 18/51(35%); da 3: 2/22(14%); Tiri Liberi: 20/28(71%); Falli: 17.
Uscito x 5 falli: Bartolucci (38’:82-54). Fallo Tecnico: All. Passacquale (9’14-12).

La cronaca: La BioFox, alla ricerca della sua prima vittoria fra le mura amiche, supera alla grande l’esame “PalaBCC” e vince a mani basse con gli ospiti che escono dalla gara con molto anticipo subendo passivi fino a +34(78-44) con un break 18-0 a cavallo dell’ultimo mini riposo. All’inizio sono i vastesi a buttare al vento facili soluzioni con i teramani sul 0-4 dopo tre minuti di gioco, sblocca per i locali Celenza con un tiro da sotto, poi replica dalla lunetta (3/4), Capone dalla media distanza: 7-0 che vale il sorpasso e praticamente la presa in mano delle redini di una gara a senso unico che coach Della Godenza può gestire mettendo in campo i 12 uomini a disposizione. Dal +8(20-12) al primo mini riposo, si arriva al +17(37-27), leggermente ridotto alla pausa lunga (+12: 39-27) con Nardi che realizza da 3 allo scadere del tempo dopo aver conquistato un rimbalzo a seguito di un po’ di confusione su tiro e tapin sbagliato dai locali in leggero calo di concentrazione. Nella ripresa il vantaggio per Celenza e compagni arriva al +20(50-30) dopo 4 minuti e ancora +20(60-40) dopo 8 con gara segnata e destinata ad avere poca storia se non quella che vede praticamente sul parquet una sola formazione che mette la parola fine con un break di 18-0 fra il 9° minuti  terzo quarto ed i primi 4 dell’ultimo per il +34(78-44) che lascia ampio spazio al giovani della BioFox chiamati a chiudere lasciando un leggero recuperano agli ospiti che alla sirena finale si ritrovano sul –23(88-65). Detto dell’andamento gara coach Passacquale può comunque contare su alcune buone individualità che debbono registrare alcuni meccanismi per limitare i troppi errori nei tiri da sotto che dalla media distanza per una percentuale decisamente insufficiente in quel 35% arrivato da soli 18 canestri su 51 tentativi, scarso anche il 14% (3/22) per i tiri dalla lunga distanza, accettabile, ma poco influente sul risultato il 71% per i tiri dalla linea della carità con 20 centri su 28 tentativi. Dall’altra parte c’è ben altra musica con percentuali di tutto rispetto  che danno l’esatta misura di un risultato ottenuto e maturato curando nei minimi particolari schemi e tattiche di gioco per una vittoria che accontenta anche il numeroso pubblico presente ed in attesa di vedere sul parquet di casa la vera BioFox dimenticando definitivamente lo scivolone della prima di campionato. E, a seguire, il calendario presenta un cliente decisamente scomodo nel Basket San Vito che, dopo tre vittorie di fila, è caduto sul campo del Martinsicuro nel quale forse arrivava anche con i favori del pronostico senza però riuscire a fare risultato ed abbandonando quella prima posizione che oggi vede, a punteggio pieno, solo il Maccabi Ripalimosani che ha battuto piuttosto nettamente il Chieti Basket. Alla sua prima vittoria il Roseto Sharks che, stando al risultato, sembra abbia facilmente tenuto a bada il Basket Penne al di sotto di quanto si poteva pronosticare dal roster a disposizione. Anche la sconfitta della Fortitudo Teramo sul campo dell’Atri sembra rappresenti una sorpresa per un campionato che, aspettando “Stelle e Striscie”, si presenta alquanto equilibrato. La BioFox si presentava con i favori del pronostico e già sabato in quel di San Vito c’è una prima prova per vedere di che pasta sono gli uomini a disposizione di coach Della Godenza arrivati alla loro terza vittoria in striscia.   

Più informazioni su