vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Scuola primaria di via Bachelet, la protesta: mancano insegnanti

Più informazioni su

VASTO – “E’ appena iniziato l’anno scolastico e già è accaduto di tutto”. Sono i genitori degli alunni della scuola primaria Luigi Martella di via Bachelet, a Vasto, a protestare. “I nostri figli – si legge nella lettera aperta delle famiglie – sono rimasti per più di due settimane senza le insegnanti di matematica-scienze e d’inglese e non c’è stato nessuno che abbia garantito l’attività didattica per tali discipline, con conseguente ritardo nell’apprendimento. L’insegnante titolare deve supplire in altre classi, lasciando la propria nelle mani dell’insegnante di sostegno in nome della contitolarità (ma se l’insegnante di sostegno è lì – non prendiamoci in giro- a supporto del bambino che ha bisogno, non capiamo il senso di lasciarla anche con il resto della classe!). Bambini divisi, come carte da gioco, in assenza degli insegnanti… Come se avesse un senso finire in altre classi (pur parallele) per seguire lezioni decontestualizzate! Che di qualità della scuola non si dovesse più parlare era ormai scontato, ne prendiamo atto con profonda amarezza; mai avremmo però immaginato che il processo di decadentismo culturale sarebbe stato così accelerato. Chiediamo che il processo di maturazione dei nostri figli avvenga grazie ad un intervento educativo e didattico mirato e non improvvisato e rappezzato. Non ci sono soldi per le supplenze brevi o a lungo termine? Gentili dirigenti scolastici, ispettori scolastici, ecc. noi genitori ci rivolgiamo a voi, tocca ora a voi far sentire la nostra voce, la vostra (pensiamo che anche a voi non stiano bene le cose così) e quella degli insegnanti a chi sta in alto e gestisce i nostri soldi come meglio crede!  Un gruppo di genitori”.

Più informazioni su