vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

"Pro Trignina": male il vertice sui limiti di velocità, protestiamo

Più informazioni su

SAN SALVO – Il limite di velocità verrà alzato da 70 a 90 chilometri orari per un tratto lungo meno di tre chilometri. Troppo poco, per il Comitato Pro Trignina che, intervenendo al vertice in Prefettura tra le forze di pubblica sicurezza, aveva chiesto ben altro. “Profonda e decisa delusione” viene espressa da Antonio Turdò, il presidente dell’associazione sorta a gennaio per contrastare l’utilizzo degli autovelox imboscati lungo la Fondovalle Trigno, per chiedere l’annullamento di migliaia di multe comminate in questo modo e l’innalzamento dei limiti di velocità sulla strada che collega Abruzzo, Molise e Campania. 

“Il prefetto, Vincenzo Greco – scrive Turdò in un comunicato – ha illustrato i risultati dei dati elaborati dal gruppo di lavoro costituito presso la Prefettura e sulla intera tratta che parte da Trivento a San Salvo è stato elevato il limite da 70 a 90 solamente dal km 64,400 al km  67 (che sarebbe da dopo il bivio di Fresagrandinaria fino a quasi il bivio di Lentella). Non ci trova per niente d’accordo questa decisione, che sembra timida e senza la volontà di incidere nella realizzazione di una organizzazione viaria che sia corrispondente alla tecnologia moderna. Siamo realmente stufi di vedere che le nostre azioni sono condivise a parole, ma non con i fatti. Il popolo della Valle del Trigno non ne può più di pagare multe e sanzioni. Per domenica 15 novembre, con inizio alle ore 9,30 presso l’area di servizio del Girasole – annuncia Turdò – è convocata l’associazione al fine di prevedere e organizzare delle azioni dimostrative” da attuare nelle prossime settimane. In passato, la protesta era stata inscenata facendo avanzare a passo d’uomo auto in entrambi i sensi di marcia.

 

 

Più informazioni su