vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Trasparenza, Cerulli chiede l'avvio dell'anagrafe degli eletti

Più informazioni su

VASTO – Stipendi, rimborsi, dichiarazioni dei redditi, incarichi esterni di ognuno degli eletti in Consiglio comunale, degli assessori, ma anche dei consiglieri d’amministrazione delle società controllate dal Comune di Vasto. La campagna sull’istituzione dell’Anagrafe degli Eletti è stata avviata in città dal giornalista Gabriele Cerulli tramite il suo blog internet Semidiceviprima, gestito insieme a Giovanni Spinelli.

“La Provincia di Roma – affermano gli autori del blog – è stata l’ultima ad adottare l’anagrafe pubblica degli eletti, con cui a breve saranno disponibili on line diverse informazioni sull’amministrazione e i consiglieri. Il provvedimento impegna il presidente della Provincia, entro il 31 marzo del 2010, a rendere pubblici, oltre ai dati anagrafici, le cariche elettive ed istituzionali ricoperte a partire dal 1993 dal presidente e dai membri della Giunta. Ed altro”.

Secondo Semidiceviprima, alcuni tentativi che andavano nella direzione della trasparenza amministrativa erano stati compiuti dall’ex assessore ai Servizi informatici comunali, Rocco Cerulli, ma non avevano trovato appoggio nel resto del centrosinistra.

“In cosa consiste l’Anagrafe degli Eletti? In una cosa semplice, semplice: rendere disponibili sul sito dell’amministrazione una serie di dati. Quali?Eccoli:

1) Di  ciascun eletto al Consiglio Comunale i seguenti dati:
Nome e cognome, luogo e data di nascita.
Il numero di codice fiscale, dato identificativo, al fine di disporre di un’anagrafe degli eletti e, di ciascuno, gli incarichi elettivi ricoperti nel tempo.
Lo stipendio, i rimborsi, e/o i gettoni di presenza percepiti a qualsiasi titolo dal Comune.
Dichiarazione dei redditi e degli interessi finanziari relativi all’anno precedente l’assunzione dell’incarico, degli anni in cui ricopre l’incarico e dell’anno successivo.
Dichiarazione da parte dell’eletto dei finanziamenti ricevuti e/o dei doni, benefici o altro assimilabile.
Registro delle spese, comprensive delle spese per lo staff, spese per l’ufficio, spese per i viaggi sia dell’eletto che dello staff, spese telefoniche e dotazione informatica, spese varie.
Atti presentati con iter fino alla conclusione.
Il quadro delle presenze ai lavori dell’istituzione di cui fa parte e i voti espressi sugli atti adottati dalla stessa.
2) Del  sindaco e di ciascuno dei membri di giunta i seguenti dati
Nome e cognome, luogo e data di nascita, il numero di codice fiscale, dato identificativo al fine di disporre di un’anagrafe degli eletti e, di ciascuno, gli incarichi elettivi ricoperti nel tempo.
Lo stipendio, i rimborsi, e/o i gettoni di presenza percepiti a qualsiasi titolo dal Comune.
Dichiarazione dei redditi e degli interessi finanziari relativi all’anno precedente l’assunzione dell’incarico, degli anni in cui ricopre l’incarico e dell’anno successivo.
Dichiarazione da parte del sindaco e di ciascun membro di giunta dei finanziamenti ricevuti e/o dei doni, benefici o altro assimilabile
Registro delle spese comprensive delle spese per lo staff, spese per gli uffici, spese per i viaggi comprensive di quelle dello staff, spese telefoniche e dotazione informatica, spese varie.

3) Il bilancio annuale, il bilancio pluriennale, la relazione previsionale e programmatica, il piano degli investimenti, il piano esecutivo di gestione ed il documento di programmazione finanziaria, comprensivo di tutti gli allegati e, in particolare, l’elenco delle ditte fornitrici e delle consulenze per procedure ristrette.

4) Le delibere e relative determine approvate,suddivise per anno, argomento, presentatore, iter; le delibere devono poter essere rintracciate sia con la ricerca avanzata, sia con la ricerca libera nel testo. Ciascuna delibera deve essere inserita sul sito entro due giorni dalla sua approvazione.

5) L’archivio degli altri atti del Comune approvati o, per interrogazioni e interpellanze, con iter concluso: mozioni, ordini del giorno, presentatore, iter; tutti gli atti devono poter essere rintracciati sia con la ricerca avanzata, sia con la ricerca libera nel testo. Ciascun atto deve essere inserito sul sito entro due giorni dalla sua approvazione,o ricezione.

6) I bandi e gli esiti di gara.

7) L’elenco delle proprietà immobiliari del Comune e loro destinazione d’uso.

8) Un elenco in merito all’intera attività degli incarichi esterni (incarichi, studi, progettazioni, contratti a tempo determinato); per ogni incarico devono risultare in maniera omogenea le seguenti voci: ufficio proponente, soggetto assegnatario, tipologia dell’incarico (studio, progetto, prestazione, contratto a tempo determinato), ammontare pecuniario riconosciutogli, data di conferimento e di scadenza dello stesso, se trattasi di nuovo incarico, viceversa data di rinnovo se l’assegnatario ha già usufruito precedentemente di un incarico dell’amministrazione, comprensivo delle attribuzioni attualmente in essere o assegnate da questa amministrazione; obbligo di dichiarare se i consulenti hanno rapporti di consulenza con le società controllate o partecipate dal comune e per quali importi, obbligo di dichiarare che i consulenti non hanno condizioni di incompatibilità (ad esempio dipendenti di enti pubblici che per legge o per regolamento stabiliscono alcune incompatibilità tra funzione pubblica e lavoro autonomo).

9) Per ogni società controllata dal Comune (anche quelle controllate attraverso una partecipata) la ragione sociale, i dati essenziali di bilancio, i nominativi dei consiglieri di amministrazione ed i relativi emolumenti”.

 

 

Più informazioni su