vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Nuovo centro commerciale, la Confesercenti ricorre al Tar

Più informazioni su

CASALBORDINO – “Il rischio è che si crei un effetto domino, cioè che i Comuni facciano a gara ad autorizzare sul loro territorio l’apertura di grandi centri commerciali, a scapito dei piccoli commercianti”: Il grido d’allarme è di Simone Lembo, direttore di Confesercenti del Vastese. L’associazione dei commercianti ha presentato ricorso al Tar di Pescara per dire no a nuovi iper a Casalbordino e torna, dunque, a criticare la scelta dell’amministrazione comunale, che ha fatto passare una delibera con cui si recepisce la normativa regionale “in toto – afferma Lembo – aprendo la strada ad insediamenti di grandi dimensioni in un comune di 6mila abitanti” e “questo – sottolinea Patrizio Lapenna, direttore provinciale di Confesercenti – avrà ricadute negative sul commercio non solo nel territorio di Casalbordino, ma in tutto il Vastese. Il sindaco, Remo Bello, ha fatto tutto da solo, facendo approvare un provvedimento senza consultare le associazioni di categoria. E non è vero che si tratta solo di centri di medie dimensioni, ma anche di grande distribuzione, visto che il recepimento disposto dal Consiglio comunale di Casalbordino comporta la possibilità di aprire esercizi di oltre 1500 metri quadri”. Presenti anche Nicola Desiderio, vice presidente del direttivo di Vasto, e Panfilo Tascione, di Confesercenti provinciale. La vicenda finirà dinanzi al Tribunale amministrativo regionale: “Il ricorso – spiega l’avvocato Sergio Lapenna – si basa su due norme: una nazionale, che prevede la partecipazione degli enti interessati al procedimento amministrativo, e una contenuta regionale, che impone la consultazione delle organizzazioni di categoria”. “Il ricorso – ha aggiunto Lembo – è stato presentato insieme ad imprenditori locali”, “per evitare il rischio di uno stravolgimento dell’attuale assetto della rete distributiva, non solo del comune di Casalbordino, ma anche di quelli di Vasto e San Salvo, appartenenti alla stessa area del Quadro di riferimento regionale”.

micheledannunzio@vastoweb.com

Più informazioni su