vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Calcio scommesse: le accuse a Evangelisti. Pro Vasto incredula

Più informazioni su

VASTO – Nove partite. Sono i match che hanno fatto finire nell’inchiesta sul calcio scommesse Luca Evangelisti, 44 anni, attuale direttore sportico della Pro Vasto. L’ex mediano di Perugia, Lecce e Pescara è agli arresti domiciliari nella sua casa di San Benedetto del Tronto. Le indagini condotte dalla Direzione investigativa antimafia di Potenza e dai carabinieri hanno portato all’arresto del presidente della società lucana, Giuseppe Postiglione, e di altre 8 persone. In tutto, gli indagati sono una ventina. Il ruolo di Evangelisti, secondo i magistrati, sarebbe legato ai rapporti intrattenuti con Postiglione, cui avrebbe consigliato di scommettere consistenti somme di denaro su 8 partite, il cui risultato sarebbe stato ritenuto sicuro, mentre di una nona (Potenza-Salernitana 1-0, giocata il 20 aprile 2008) sarebbe stata combinata con la mediazione dello stesso Evangelisti. Nell’inchiesta è finito anche il mach Pescara-Pistoiese, quando alla presidenza della società biancazzurra c’era Gerardo Soglia. Le indagini relative alle partite che riguardano la posizione del ds della Pro Vasto riguardano la stagione calcistica 2007/2008. Evangelisti era dirigente del Martina Franca che, al termine del campionato di Prima divisione, girone B, sarebbe retrocesso. Probabili accertamenti anche da parte della giustizia sportiva.

Le reazioni. Nella società della Pro Vasto, chi lo conosce di più è il segretario generale, Maurizio Natali: “Abbiamo lavorato insieme qui a Vasto nella stagione 2004-2005, poi ci siamo ritrovati alla Sambenedettese e, da ottobre, di nuovo alla Pro Vasto. Ma non voglio commentare, visto che non sono a conoscenza dei fatti. Se proprio devo dire qualcosa – conclude Natali – dico che, per come lo conosco, non è la persona che possa fare cose del genere”.

micheledannunzio@vastoweb.com

Più informazioni su