vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Viabilità disastrata nel Vastese, accordo con la Provincia di Campobasso

Più informazioni su

VASTO – I presidenti delle Province di Chieti, Enrico Di Giuseppantonio, e di Campobasso, Nicolino D’Ascanio, si sono incontrati ieri pomeriggio presso la sala di Giunta teatina per fare il punto su alcune emergenze sulla viabilità di confine ed avviare un confronto più ampio su possibili sinergie istituzionali nei campi del turismo e dell’ambiente. Erano presenti anche il vicepresidente con delega alla Viabilità, Antonio Tavani, il consigliere provinciale di Campobasso Rolando Di Renzo, i tecnici dei due enti, l’ing. Carlo Cristini e il geom. Filippo Fieramosca per Chieti, il geom. Domenico Vespoli per Campobasso.
L’occasione per l’incontro è stata la necessità di confrontarsi sui lavori di manutenzione straordinaria e sulla proprietà del tratto finale della S.P. 202 Torrebruna-Fondo Valle Trigno. Quest’ultima, di proprietà della Provincia di Chieti, nel suo tratto finale sconfina nel territorio provinciale di Campobasso. Tale tratto, attualmente è interessato da un notevole incremento di traffico veicolare per la interruzione al traffico, a causa di una frana, di altra strada provinciale di proprietà della Provincia di Campobasso, che assicura il collegamento del Comune di Roccavivara con la Fondo Valle Trigno, per cui necessita di urgenti lavori di manutenzione straordinaria.
Il presidente della Provincia di Campobasso ha dichiarato la disponibilità dell’ente da lui presieduto ad accollarsi l’onere dei lavori di manutenzione necessari del tratto di strada ricadente nel proprio territorio, previo rimborso da parte della Provincia di Chieti, del 50% della spesa totale, che sarà quantificata sulla base di una perizia concertata dagli uffici tecnici dei due enti. Non solo: l’ente molisano è disponibile anche ad acquisire il tratto di strada al patrimonio viario dell’ente.
Il presidente Di Giuseppantonio ha espresso il suo parere favorevole alle ipotesi prospettata dal collega D’Ascanio e ha annunciato che proporrà al Consiglio provinciale l’espressione del formale parere in ordine al prospettato trasferimento, nonché il rilascio della autorizzazione alla effettuazione di lavori di manutenzione previo stanziamento in bilancio della quota di spesa del 50% del totale.
“È stato – ha commentato Di Giuseppantonio – un incontro proficuo che, attraverso la risoluzione di un problema concreto ed urgente, ha creato un’ottima sinergia istituzionale tra le nostre due realtà, che continueranno a lavorare insieme per una serie di progetti che abbiamo abbozzato. Le nostre due Province hanno caratteristiche simili e potremo lavorare insieme su azioni mirate in materia di turismo e di ambiente: ritengo che l’integrazione tra enti sia fondamentale in un momento in cui le risorse sono in costante diminuzione e le sfide da vincere per i nostri territori sempre più ardue. Un progetto complessivo di collaborazione potrebbe garantire uno sviluppo armonico e realmente vicino alle esigenze e alle caratteristiche delle nostre popolazioni così da attrarre risorse e creare nuove occasioni di lavoro, contribuendo ad alleviare una delle emergenze sociali più sentite, quella della mancanza di occupazione. Ci siamo ripromessi con il presidente D’Ascanio di rivederci a breve scadenza, questa volta a Campobasso, per continuare questo percorso di intesa”.

Più informazioni su