vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Vertenza Gruppo Villa Pini: la Provincia istituisce un tavolo

Più informazioni su

VASTO – Un tavolo di lavoro per trovare una via d’uscita dalla vertenza relativa al gruppo Villa Pini, che ha due centri di riabilitazione a Vasto e San Salvo. Ne ha deciso l’istituzione la commissione Affari sociali del Consiglio provinciale di Chieti sul proposta dell’ex presidente della Provincia, Tommaso Coletti, attuale consigliere provinciale d’oppozione.

La commissione “all’unanimità – spiega Coletti – ha deciso di chiedere al presidente Di Giuseppantonio ed alla Giunta provinciale di farsi parte attiva sulla vicenda per difendere i sacrosanti diritti dei lavoratori che sono senza stipendio da otto mesi, attraversa la costituzione di un tavolo di lavoro a cui chiamare a partecipare, oltre la Provincia, anche rappresentanti  della regione  e soprattutto i direttori generali delle Asl, oggi commissari, al fine di dare un utile contributo alla soluzione di una vicenda che si trascina da tanto e che rischia di chiudersi negativamente con grave nocumento al territorio della provincia di Chieti sia sotto l’aspetto occupazionale che sotto l’aspetto dell’ offerta sanitaria su tutto il territorio della regione.  Adesso – conclude Coletti – aspettiamo  le iniziative di Di Giuseppantonio”.

Sono circa 1600, in totale, i lavoratori del gruppo Villa Pini senza stipendio da mesi. Dell’azienda di cui è titolare Vincenzo Angelini, gola profonda dell’inchiesta su Sanitopoli, fanno parte anche i centri di riabilitazione San.Stef. Ar di Vasto e San Salvo. Dopo lo scoppio dello scandalo delle presunte tangenti nella sanità abruzzese, che portò nel 2008 ad arresti eccellenti, tra cui quello dell’allora presidente della Regione Ottaviano Del Turco, le Asl hanno revocato i pagamenti nei confronti delle cliniche di Angelini in attesa degli sviluppi dell’inchiesta. A farne le spese, però, sono stati i lavoratori. (md)

Più informazioni su