vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Natale alle porte e pochi soldi: ecco le regole per spendere meno

Più informazioni su

VASTO – Il problema non c’è solo a Vasto, ma c’è in tutta Italia. La crisi, e tutte le conseguenze che ne derivano (prima di tutti l’avere pochi spiccioli in tasca), si stanno facendo sentire. E il problema diventa ancora più duro da superare adesso che arriva il Natale, perché sotto l’albero non possono mancare quei pacchetti colorati che fanno tanto aria di festa. E allora come riuscire ad unire la voglia di regalare un pensierino al fidanzato, piuttosto che all’amica del cuore, con il portafogli che piange lacrime amare? Lo abbiamo chiesto, nel giorno che segna l’inizio delle feste natalizie, quello appunto dell’Immacolata, a chi era intento a fare shopping per le strade della città adriatica. “Semplice – afferma con un bel sorriso Laura, commessa di un negozio di intimo del centro – si fanno regali più piccoli e solo alle persone che contano davvero. Se prima – continua la giovane intenta a servire i clienti che si trovano all’interno del locale – si tendeva a fare regali importanti a tante persone, adesso si pensa a regalare qualcosa al fidanzato, all’amica del cuore e a quelle più strette. Insomma si fa una cernita delle persone alle quali regalare qualcosa. E il regalo non arriva a costare tantissimo”. Insomma il portafoglio piange anche quest’anno, come ci conferma Chiara, 25 anni che, mano nella mano con il suo fidanzato, è intenta a scegliere il pensiero da farsi regalare. “Sono cinque anni che stiamo insieme – ha cominciato a raccontare la giovane – e la crisi, rispetto a quando ci siamo messi inisieme, si fa sentire sempre di più. Mauro, il mio fidanzato, lavora Però per quest’anno non abbiamo intenzione di regalarci cose molto costose, ma pensieri da poco. Solo come segno di amore”. E quale regalo è il più gettonato? “Per noi ragazze sicuramente qualcosa di intimo, abbigliamento o accessori – confida Emanuela, in giro per piazza Rossetti insieme con le sue amiche – poi, se proprio qualcuno ci tiene a regalarci qualcosa in più, c’è sempre un gioiello. E’ così bello vedere le vetrice che luccicano!”. E per i ragazzi invece? A Emanuela fa eco l’amica Veronica: “Io penso di regalare al mio ragazzo un maglioncino, oppure un orologio. Qualcosa di bello ma che non sia eccessivamente costoso”. Insomma la parola d’ordine per quest’anno, in mezzo a vetrine che non mostrano il lusso di una volta, è il risparmio. Senza, però, rinunciare alla bellezza e alla marca. “Perché regalare qualcosa di marca – ci ricorda Elvira – fa sempre più figura di un regalo anonimo”.

E’ tempo di un break – E mentre si fa shopping cosa c’è di meglio che prendersi un bell’aperitivo in un nuovo locale situato proprio in centro? Stiamo parlando del nuovo locale di Andrea Del Prete. Per chi non lo conoscesse, Andrea Del Prete gestisce anche un altro locale, il “Lounge” alla Marina e ha aperto il “Mirò” proprio vicino Palazzo d’Avalos. Lui, timido e riservato, fa un cenno con la mano e saluta tutti quelli che entrano nel suo locale per ordinare qualcosa da bere. Poi, lui che dietro il bancone è nato e cresciuto, si rimette subito all’opera. Giusto il tempo per farci scattare una foto ed eccolo di nuovo impegnato tra Campari e Prosecco. E buon aperitivo a tutti!

michelabevilacqua@vastoweb.com

Più informazioni su