vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

In autostrada a 150 orari: uomini euforici, donne molto preoccupate

Più informazioni su

VASTO – La notizia è di appena qualche giorno fa ed è rimbalzata attraverso i maggiori siti internet di informazione: il Ministro Alberto Matteoli ha detto sì alla proposta della Lega Nord di innalzare il limite di velocità sulle autostrade italiane purché a tre corsie e provvisti del rilevatore di velocità. Quel tutor che si trova su quasi tutte le maggiori strade italiane. Insomma da gennaio 2010 (quindi tra poche settimane) a meno di imprevisti dell’ultima ora, tutti coloro che viaggiano in autostrada potranno schiacciare il piede dell’accelleratore. Ci sono state, però, alcune polemiche a livello nazionale: primo fra tutti i famigliari delle vittime della strada preoccupati che così facendo possa aumetare il numero degli incidenti, anche mortali, sulle autostrade italiane. In realtà l’nnalzamento del limite di velocità da 130 a 150 Km/H è già una realtà in alcuni tratti di autostrada. L’agenzia Ansa rivela anche che i tutor sarebbero già tarati su limiti diversi ma che, in realtà, alla fine nessuno avrebbe preso in considerazione questa disposizione. Abbiamo chiesto anche ai Vastesi che ne pensano di questa novità facendo un breve tour tra i giovani, divisi equamente tra uomini e donne. Il risultato è quello che un pò ci si aspettava: gli uomini (più propensi alla velocità) gioiscono all’idea di poter andare più veloci in autostrada. Le donne, invece, preferirebbero che tutto restasse come è adesso. “Finalmente eviteremo di rallentare tutte le volte che passiamo sotto il tutor – ha esultato Luigi che, per il suo lavoro, è costretto più volte a muoversi in autostrada – dai diciamocelo: già adesso sono pochi quelli che rispettano il limite di velocità”. E se questo comportasse incidenti, anche mortali? “Ovviamente – ci ribatte – bisogna anche decidere quando è il momento di correre. Con la pioggia e il vento che ci sono stati per tutto ieri sarebbe stato un suicidio andare a 150 Km/H in autostrada!”. Dello stesso parere è anche Francesco: “Sono d’accordo con il provvedimento che sta per essere adottato però deve essere fatto in autostrade che possono supportare una velocità del genere. Sui nostri tratti – ha scrollato le spalle – dubito che si potrà mai andare a quella velocità”. A loro due ribattono punto per punto Erica e Claudia. Alle due, appena maggiorenni, spaventa l’idea di una velocità così elevata. “Quello che ci spaventa è soprattutto che gli altri possano andare così veloci – hanno precisato – diciamocelo chiaramente: in strada devi stare attento più agli altri che non a te stesso. E se uno che sta andando così veloce dovesse perdere il controllo della macchina e piombarci addosso? Bisogna calcolare anche questi rischi”. Insomma un argomento che non smetterà di far parlare.

michelabevilacqua@vastoweb.com

Più informazioni su