vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Acqua, no alla privatizzazione: in Consiglio la richiesta del Prc

Più informazioni su

VASTO – No alla privatizzazione dell’acqua e al conseguente aumento delle tariffe. Rifondazione comunista ha presentato anche a Vasto un ordine del giorno che prevede l’inserimento nello Statuto comunale del principio in base al quale l’acqua è e deve rimanere un bene pubblico. Se ne discuterà nella seduta convocata per domani pomeriggio, alle 15, dal presidente, Peppino Forte. Il gruppo consiliare del Prc “propone – si legge nel comunicato diramato dal partito – di sancire nello Statuto comunale l’accesso all’acqua come diritto umano universale, indivisibile, inalienabile e lo status dell’acqua come bene comune pubblico privo di rilevanza economica. Rifondazione Comunista ritiene indispensabile questo passaggio, per contrastare il processo di privatizzazione dell’acqua”, avviato alla Camera con l’approvazione di un apposito decreto legge.
“In ambito politico, finora la nostra proposta ha ottenuto il solo esplicito
parere favorevole del circolo Colantonio dell’IdV. Ma siamo certi che tra i
cittadini l’interesse ad un esito favorevole della nostra proposta sia molto più ampio. Il nostro circolo annuncia inoltre, la presenza di banchetti informativi sul tema dell’acqua e di raccolta firme a sostegno della nostra proposta di modifica dello statuto comunale per sancire l’acqua bene pubblico, nel giorno di sabato 19 dicembre, dalle ore 10 in Viale D’Annunzio e dalle ore 18 in Piazza Diomede”.

michelabevilacqua@vastoweb.com

Più informazioni su