vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Le imprese: "Punta Penna senza fabbriche? Cambiatele destinazione"

Più informazioni su

VASTO – Volete Punta Penna senza fabbriche? Si cambi la destinazione dell’area. A dirlo è stato Gabriele Tumini, presidente di AssoVasto, l’associazione che raggruppa 125 imprenditori e ieri sera ha chiamato a raccolta tutti gli iscritti all’interno del dancing L’Arhea, lungo la Statale 16 Nord. “Se vogliamo che l’industria vada via – ha detto Tumini nella sua relazione – dobbiamo cambiare destinazione d’uso a Punta Penna, non solo industriale ma anche commerciale, ed entro trent’anni le industrie non ci saranno più. Ma bisogna pensarci adesso”. La questione non è di poco conto, visto che periodicamente tornano a scoppiare le polemiche sul futuro della costa settentrionale di Vasto, cioè un minestrone in cui si mescolano zona industriale, porto commerciale e peschereccio e la riserva naturale di Punta Aderci, che comincia dalla spiaggia di Punta Penna, proprio dove finisce la banchina delle navi mercantili. E se a novembre Emilio Berloni, amministratore delegato della Eco Fox, annunciava che “vogliamo rimanere in questo territorio in termini economici e di risorse investite”, ora l’invito degli imprenditori alle istituzioni è di programmare, ma a lungo termine.  

Uniti per crescere insieme: questo lo slogan che ha caratterizzato l’assemblea annuale di AssoVasto. Oltre a Tumini, al tavolo dei relatori c’erano il direttore dell’associazione, Antonio Cocozzella, il direttore di Confindustria provinciale, Fabrizio Citriniti, l’imprenditore Gennaro Strever, il presidente della Provincia di Chieti, Enrico Di Giuseppantonio, e il consigliere regionale Nicola Argirò. Platea gremita di iscritti all’associazione. C’erano anche diversi rappresentanti politici di destra e sinistra. “L’unica via d’uscita dalla crisi – ha detto Cocozzella – è fare sistema e lavorare in sinergia con le istituzioni. L’unico intento è quello di continuare nel cammino di crescita del territorio”.

micheledannunzio@vastoweb.com

Più informazioni su