vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Infermieri sul "piede di guerra": "Manca la metà del personale

Più informazioni su

VASTO – Ancora il mondo della sanità sotto la lente. Dopo la denuncia di Nicola D’Adamo che aveva parlato di tempi lunghissimi per effettuare gli esami in ospedale (tempi che possono arrivare anche a 4 mesi), adesso sotto la lente finisce l’occupazione degli infermieri. Il grido d’allarme è stato lanciato dall’Ipasviche, il Coordinamento regionale che raggruppa gli infermieri e che esprime “profondo rammarico per il mancato coinvolgimento da parte della Regione Abruzzo nella predisposizione delle linee guida del  nuovo Piano regionale sanitario. Solo gli infermieri – si legge in una nota – possono assicurare la necessaria continuità assistenziale tra ospedale e territorio”. Stando a quanto affermano i componenti del coordinamento “lo standard ottimale per l’assistenza ai cittadini è di 8 infermieri occupati ogni 1000 abitanti: l’Abruzzo ne conta poco più della metà”. Insomma ci sono solo 4 infermieri su mille abitanti. Una media troppo bassa, stando a quello che affermano gli addetti del settore, per garantire l’assistenza a tutti. Ciò si potrebbe tradurre in un rischio significativo di possibili eventi avversi soprattutto tra i pazienti ricoverati. A catena, quindi, la situazione potrebbe avere ricadute anche a livello locale e creare ancora più problemi alla sanità vastese e non solo.

michelabevilacqua@vastoweb.com

Più informazioni su