vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Pro Vasto, a Lucca e Poggibonsi si decide il futuro della squadra

Più informazioni su

VASTO – Il clima è incandescente. La settimana che precede la trasferta di Lucca, dove la Pro Vasto incontrerà la capolista, è tutt’altro che tranquilla per i biancorossi. Il pari con il Fano, presentatosi all’Aragona da vice capolista ma rivelatosi avversario meno forte del temuto, ha rappresentato l’ennesima amarezza per l’ambiente, che teneva a una vittoria contro gli avversari della volata promozione dello scorso anno. E se il presidente, Domenico Crisci, dice che “non c’è nessuna frattura tra la società e la squadra” e chiede ai giocatori “attaccamento alla maglia”, l’aria che si respira rimane pesante, visti i rapporti ormai deteriorati tra il tecnico, Pino Di Meo, e supporters della curva D’Avalos, oltre al terzultimo posto in classifica che fa paura. Anche perché le prossime due partite possono decidere un’intera stagione. Il momento è cruciale. A 9 giornate dal termine i biancorossi non possono perdere troppi punti per strada. Se è vero che sulla carta il confronto di Lucca è proibitivo, è altrettanto chiaro che la prima della classe sta attraversando il periodo più difficile della stagione e la Pro Vasto non può partire per la Toscana per recitare il ruolo di vittima sacrificale. Poi sarà la volta nel match-salvezza di Poggibonsi. Lì non si potrà fallire. Quasi sicuramente si andrà avanti col 4-4-1-1. Bombara non ci sarà perché è stato squalificato per una giornata dopo l’esulsione di domenica scorsa. Al suo posto potrebbe rientrare Soria dall’inizio. 

Più informazioni su