vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Sicurezza, vertice a Chieti, il prefetto: fare subito la videosorveglianza

Più informazioni su

VASTO – La Prefettura di Chieti sollecita il Comune di Vasto a installare al più presto un sistema di videosorveglianza in città. Si è discusso anche del problema sicurezza a Vasto nella riunione del Comitato provinciale per l’ordine pubblico e la sicurezza, convocata stamani nel capoluogo dal prefetto, Vincenzo Greco. Presenti il questore di Chieti, Alfonso Terribile, e i vertici provinciali di carabinieri, Guardia di finanza e Guardia costiera. Greco ha invitato l’amministrazione comunale di Vasto, rappresentata dal sindaco, Luciano Lapenna, a velocizzare le pratiche per la realizzazione di un sistema di telecamere che tengano d’occhio i punti sensibili della città. Lapenna ha risposto che è in fase di predisposizione il relativo regolamento comunale, a cura del comandante della polizia municipale, Ernesto Grippo. “Per entrare nella fase operativa – afferma l’assessore alla Polizia municipale, Vincenzo Sputore – aspettiamo che il Consiglio comunale approvi, entro la fine del mese, il bilancio di previsione 2010. Il progetto complessivo è da 600mila euro, ma potrebbe essere ripartito in due tranche. Dopo l’approvazione del bilancio, partirà l’iter prevede l’affidamento dell’incarico a un progettista e la successiva pubblicazione del bando di gara per l’affidamento dei lavori di installazione delle telecamere. Espletato il passaggio in Consiglio – promette Sputore – i tempi saranno celeri”. 
Lo scippo di giovedì. Ore 20.30 di giovedì: uno scippo in via Pescara, in pieno centro abitato di Vasto. Moglie e marito, commercianti, stanno percorrendo la strada in discesa. Da dietro si sente il rumore di una Vespa. Una persona col casco infilato in testa strappa la borsetta dal braccio della donna e scappa imboccando una strada laterale che conduce al viadotto Histonium. Lei è Dorina Ciccarone, 60 anni. Insieme al marito, Donato Sabatini, 62, è titolare dell’Ottica Ciccarone, che si trova all’incrocio tra l’omonima strada e corso Mazzini. La donna è spaventata. Il marito comincia a urlare: “Aiuto! Hanno scippato mia moglie”. Poi trova un automobilista, V.M., di Vasto, che gli dà una mano. In auto cercano di trovare lo scippatore. Ma quest’ultimo, a bordo dello scooter scuro e col volto reso irriconoscibile dal casco, è già scappato velocemente dalla zona, facendo perdere le proprie tracce. “Nella borsa – racconta Donato Sabatini – c’erano 250 euro in contanti, la patente, le chiavi di casa e quelle del negozio. Ora stiamo facendo cambiare entrambe le serrature, per paura che qualcuno venga a derubarci di nuovo: nel negozio abbiamo già subito lo scorso anno un furto in pieno giorno”. Sull’episodio indagano i carabinieri della Compagnia di Vasto. “E’ preoccupante – riflette Sabatini – che in questa città si debba stare attenti a uscire dopo le 7 di sera”.
Era il 2 maggio 2009, quando Donato Sabatini e Dorina Ciccarone avevano vissuto un’altra brutta esperienza. Nel mirino dei ladri era finito il loro esercizio commerciale di via Ciccarone. Approfittando della chiusura per la pausa pranzo e della serranda semiaperta i malviventi, dopo aver spaccato la vetrina, avevano arraffato decine di paia di occhiali di marca. Un danno da diverse migliaia di euro.   
micheledannunzio@vastoweb.com

Più informazioni su