vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Giornata della donna, non solo feste, ma momenti di riflessione

Più informazioni su

VASTO – Non solo festose rimpatriate tra donne e cene luculliane, ma anche un momento di riflessione durante la Giornata internazionale della Donna altrimenti conosciuta come Festa della Donna. Una festa che celebra le lotte per la parità sociale, le conquiste sociali e politiche ed economiche, ma che deve anche portare a conoscenza di quante sono ancora le donne che soffrono. Donne sfruttate, violentate psicologicamente e fisicamente, che vivono senza avere la minima certezza che i propri diritti vengano rispettati. Arginare questi casi è un obbligo di cui dovrebbe farsi carico la società. La Comunità Europea si sta battendo per abbattere le disparità di genere rendendo pubblica la Carta delle Donne. Una carta che, almeno nel territorio EU, dovrebbe portare alla parità tra i sessi. La Carta presenta una serie di impegni da parte dell’Europa a tutela del lavoro delle donne e dell’adeguamento salariale, oltre a salvaguardare le donne dalle violenze di genere. Gli europei, secondo i dati di un sondaggio, ritengono nel 62% dei casi che in molti settori della società esistano ancora disuguaglianze fra uomini e donne. Per gli europei le due priorità principali che necessitano un intervento sono la lotta alla violenza sulle donne e l’eliminazione del divario salariale tra i sessi (rispettivamente il 92% e l’82% degli intervistati sono dell’opinione che le due questioni debbano essere affrontate urgentemente). Inoltre, il 61% ritiene che le decisioni adottate a livello UE abbiano un ruolo importante nella lotta contro le disuguaglianze fra uomini e donne. La Carta, inoltre, rappresenterà anche una strategia per la parità tra uomo e donna che la Commissione Europea adotterà già a metà 2010, gettando le basi per eventuali futuri interventi. L’azione messa in atto dall’Unione Europea si innesta su quella che è la piattaforma d’azione di Pechino concordata attraverso la quarta conferenza delle Nazioni Unite sulla Donna. Barroso, presidente della Commissione, aveva già parlato della possibilità di elaborare una Carta delle donne intorno al mese di ottobre 2009.

Emanuele La Verghetta

Più informazioni su