vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Elezioni 2011: 10 nomi per un posto e "l'invasione" delle liste civiche

Più informazioni su

VASTO – Una cosa sembra evidente: i blocchi che il prossimo anno, a Vasto, si daranno battaglia per conquistare il municipio non saranno solo tre: centrosinistra, centro e centrodestra. Di liste civiche ce ne saranno. Potrebbero essere quattro. Mentre si ingrossa la pattuglia centrista con l’adesione dell’ex assessore comunale Francescopaolo D’Adamo ad Alleanza per Vasto, il movimento politico di Nicola Del Prete e Davide D’Alessandro.  Del Prete ha già annunciato la sua candidatura alla carica di sindaco alle elezioni del prossimo anno. Alle quali vuole partecipare il consigliere regionale Antonio Prospero come leader del Pdl. Ma nel centrodestra tra i papabili ci sono anche l’ex assessore regionale Massimo Desiati ed Etelwardo Sigismondi, coordinatore cittadino del partito di Berlusconi. Il tutto mentre si comincia a lavorare alle liste civiche, che potrebbero essere quattro. Una è quella dei giovani vastesi che ha annunciato Giuseppe La Rana, direttore del settimanale Il Grillo, un’altra verrà costituita dall’ambientalista Ivo Menna, che rappresenterà le istanze del Comitato esposti ad amianto. Altre due formazioni civiche cercherebbero candidati trasversali: di destra e di sinistra. Nel centrosinistra, maggioranza in Comune, tutto tace. Si gioca a carte coperte. Il sindaco uscente, Luciano Lapenna, aspetterà ancora prima di sciogliere la riserva. Nel caso in cui non dovesse ricandidarsi, varie le ipotesi: Peppino Forte, Vincenzo Sputore e Domenico Molino, tutti del Pd. Ma l’Italia dei valori accetterà di sostenere un candidato bersaniano oppure ne presenterà uno proprio? Nei corridoi della politica circola già da qualche tempo anche il nome dell’ingegner Edmondo Laudazi. Per lui sarebbe un ritorno nell’agone elettorale dopo l’esperienza con la Dc. All’epoca veniva definito l’enfant prodige della politica vastese. Ora, a distanza di anni, si torna a parlare di lui. 

 

Più informazioni su