vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Sabato sera "movimentato", Gip: i domiciliari al venticinquenne

Più informazioni su

VASTO – Non più il carcere, ma gli arresti domiciliari e martedì prossimo processo per direttissima per il venticinquenne arrestato nella notte tra sabato e domenica con le accuse di minacce e aggressione a pubblico ufficiale. Difeso dall’avvocato Carmine Petrucci, il giovane, Yari Pellerani, è comparso stamani davanti al Gip del Tribunale di Vasto, Anna Rosa Capuozzo, per l’udienza di convalida dell’arresto eseguito dai carabinieri. “Sono due – afferma Petrucci – gli episodi che gli vengono contestati: il danneggiamento di un bar del centro di Vasto”, dove è stato rotto lo specchio del bagno, mentre il secondo, verificatosi intorno all’1.30 della stessa notte, è accaduto in un locale di viale Dalmazia, a Vasto Marina. Al 112 è arrivata la telefonata di un residente della zona, che segnalava un certo trambusto. Il venticinquenne è accusato di aver dato in escandescenze alla vista dei militari dell’Arma. “Secondo l’accusa – afferma il legale – avrebbe spinto due carabinieri che volevano portarlo in caserma. In merito al primo episodio, sosteniamo che si tratta di un equivoco: non è stato lui ad agire. E sul secondo che le spinte non ci sono state. Non è accaduto – sostiene Petrucci – nulla di grave”. Al termine dell’udienza di convalida, il Giudice per le indagini preliminari ha deciso di mitigare la misura restrittiva, concedendo gli arresti domiciliari. Il processo si svolgerà per direttissima, ma l’udienza è stata rinviata all’inizio della prossima settimana, anche per acquisire ulteriori elementi sul primo episodio. 

Più informazioni su