vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Crimini digitali, torna all'Itis "Mattei "la criminologa di "Porta a Porta"

Più informazioni su

VASTO – Reati digitali: Criminal profiling e Digital evidences: è il tema del convegno, organizzato dall’“Enrico Mattei”- Istituto Tecnico Industriale e Liceo Scientifico Tecnologico (prossimo Liceo delle Sciente Applicate), in programma sabato prossimo, 20 marzo, a partire dalle 9, nell’aula magna dell’Istituto di via San Rocco. Il convegno, curato dalla prof.ssa Rosa Lucia Tiberio, vedrà ritornare a Vasto la dott.ssa Roberta Bruzzone, criminologa con una vasta esperienza nel campo della psicologia investigativa applicata a vari scenari criminali, nonché presidente dell’Accademia Internazionale di Scienze Forensi, affermatasi come il personaggio più rappresentativo della criminologia italiana, facendosi conoscere dal grande pubblico anche attraverso programmi televisivi che indagano tematiche legate al mondo del crimine. Con lei tornerà a Vasto, dopo il precedente convegno “Hacker – scena del crimine digitale” svoltosi nell’aula magna del “Mattei” lo scorso dicembre, pure Massimino Boccardi, esperto di sicurezza informatica, It Security Engineer presso la Hp e vicepresidente dell’Accademia Internazionale di Scienze Forensi, organizzazione nata a Roma con l’intento di offrire agli aspiranti criminologi, ma anche alle diverse figure professionali del ramo sicurezza, corsi pratici all’avanguardia nel campo forense, della sicurezza applicata e dell’analisi criminale (www.accademiascienzeforensi.it). Relatori dell’importante convegno saranno anche il direttore della casa circondariale di Vasto, Carlo Brunetti, il procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Vasto, Francesco Prete, e il dirigente del Compartimento Polizia Postale e delle Comunicazioni per l’Abruzzo, Pasquale Sorgonà.  I crimini digitali sono ormai in netta ascesa ed è di fondamentale importanza, quindi, mettere a punto delle tecniche di analisi e supporto all’investigazione che prendano in considerazione anche le cosiddette “tracce comportamentali”che i ‘nuovi’ criminali lasciano dietro di sé.  Gli interventi dei relatori faranno riferimento pure a importanti casi nazionali di cronaca giudiziaria.
Paola Cerella

Più informazioni su