vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Piano casa, Pdl: convocare subito il Consiglio comunale. Pd: già fatto

Più informazioni su

VASTO – Il Piano casa non si può più rimandare. Per questo si convochi un Consiglio comunale straordinario. Lo pretende l’opposizione. Il Pd replica: già fatto, la seduta è fissata per la prossima settimana. La richiesta di convocazione è stata firmata dai consiglieri comunali del Pdl: Etelwardo Sigismondi, Manuele Marcovecchio, Guido Giangiacomo, Mario Baiocco, Michele Notarangelo, Luigi Marcello, Giuseppe Tagliente, Nicola Soria, Francescopaolo D’Adamo. “Il provvedimento, come previsto dalla legge regionale numero 16 del 2009 – scrivono in una nota i rappresentanti del centrodestra – deve essere approvato entro il prossimo 30 aprile, per consentire interventi di ampliamento degli edifici residenziali in particolar modo nel centro storico. Un provvedimento, quindi – hanno dichiarato i Consiglieri di minoranza – non più rinviabile, e non solo per la prossima scadenza di legge, ma anche per le esigenze dei tanti cittadini interessati al Piano casa che da tempo attendono  vanamente l’iniziativa dell’amministrazione comunale. Come ha già dimostrato in altre occasioni e in particolare nella revisione delle Norme tecniche di Piano regolatore – polemizza il Pdl – il centrosinistra continua ad avere poche e confuse idee in materia di urbanistica e pianificazione, imbrigliato come al solito da rifondaroli e vendoliani”.  La posizione dell’opposizione viene definita “farneticante” dalla segreteria del Pd: “Proprio ieri sera, ovvero all’indomani della riunione del Consiglio comunale di martedì scorso, durante il quale i consiglieri del Pdl avevano presentato la loro richiesta, la Conferenza dei Capigruppo ha deciso di  inserire l’argomento nell’ordine del giorno del prossimo Consiglio comunale, già convocato per lunedì e martedì della prossima settimana. Spetta a loro presentare uno schema di delibera o altro materiale utile alla  discussione. Probabilmente, qualche assenza registrata alla conferenza dei  capigruppo in questa circostanza ha giocato un brutto scherzo a chi  non ha partecipato ai lavori.  La prossima volta – conclude la segreteria democratica – farebbero bene ad informarsi prima di sparare notizie false e tendenziose”.

Più informazioni su