vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Guida alcolica, il fenomeno è in crescita: giro di vite in città

Più informazioni su

VASTO – Guai ad alzare troppo il gomito, specie nei fine settimana: sono già scattati e scatteranno denunce, ritiri della patente, sequestri delle auto. E multe fino a 6mila euro. Saranno controlli mirati, quelli che i carabinieri stanno eseguendo lungo le strade principali del Vastese. Torna lo spauracchio degli automobilisti che si mettono alla guida dopo aver bevuto qualche bicchiere in più del consentito: l’etilometro. Chi verrà fermato ai posti di blocco istituiti sulla Statale 16, lungo la Trignina e sulle strade cittadine a maggiore intensità di traffico, dovrà soffiare nel tubo che rileva elettronicamente il tasso di alcol nel sangue. Al superamento del limite di 0.50 milligrammi per litro, i trasgressori verranno denunciati per guida in stato di ebbrezza e multati per un importo che va dai 500 ai 6mila euro. Il sequestro dell’auto scatterà nel caso in cui il tasso alcolemico sia superiore a 1.5. Non ci si può rifiutare di sottoporsi all’alcoltest, altrimenti è prevista la sanzione massima. Il fenomeno della guida alcolica è in crescita a Vasto, dove dall’inizio dell’anno le denunce sono state 21. Avevano superato il limite di 0.5 tre persone denunciate nel fine settimana dai carabinieri. Sono F.L.S., 30 anni, V.C., 23 e B.G., 29, tutti operai rumeni, residenti rispettivamente a Vasto, Scerni e San Salvo. Il primo è stato fermato sulla Trignina a bordo della sua Volkswagen Passat, il secondo con una Fiat Bravo lungo la Statale 16 Nord, nei pressi della bretella che conduce verso il parco Aqualand e località Incoronata, mentre il terzo, anche lui al volante di una Passat, è stato sottoposto al test dell’etilometro sull’Istonia, la strada che collega la città alta a Vasto Marina. A tutti è stata ritirata la patente. 

Più informazioni su