vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Pdl: "Bosco di don Venanzio, il Comune rischia di perdere i fondi"

Più informazioni su

VASTO – Sulla riserva naturale del Bosco di don Venanzio il Comune di Vasto rischia di perdere i finanziamenti regionali. E’ quanto afferma il consigliere comunale del Pdl Etelwardo Sigismondi in un’interrogazione al sindaco di Vasto, Luciano Lapenna. “Con la legge regionale 128 del 29 novembre 1999 – ha spiegato Sigismondi – è stata istituita la Riserva naturale Bosco di Don Venanzio, che, estesa per circa 78 ettari, ricade, oltre che nel Comune di Pollutri, anche in quello di Vasto. La differenza è che al Comune di Pollutri,  è affidata la gestione della Riserva, come scritto nella legge regionale istitutiva. Il fatto rilevante – ha proseguito il Consigliere del Pdl – è che la legge dispone, per i Comuni ricadenti nella Riserva, dei finanziamenti per la gestione, ed il Comune di Pollutri ne ha usufruito ricevendo, in questi anni, diverse decine di migliaia di euro. Il Comune di Vasto, invece – polemizza Sigismondi – nonostante i solleciti da parte della Regione per sapere se è volontà dell’amministrazione comunale includere il proprio territorio all’interno del perimetro della Riserva naturale, non fa sapere nulla, perdendo così le derivanti opportunità. Ci aspettiamo, dunque – ha concluso il coordinatore cittadino del Pdl – che il sindaco di Vasto e l’amministrazione comunale vogliano provvedere a comunicare alla Regione la volontà di entrare ad essere parte attiva di questo patrimonio che è la riserva Bosco di Don Venanzio o rinunciarvi.” La questione era stata sollevata da Il Taglio giusto per Vasto, il settimanale gratuito di cui è responsabile l’ex assessore regionale all’Ambiente Massimo Desiati.

Più informazioni su