vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Pro Vasto: Cammarata si è fatto male, in forse con la Sangiovannese

Più informazioni su

VASTO – Fabrizio Cammarata è in forse. Si è fatto male calciando il pallone in allenamento. C’è un grosso punto interrogativo sulla sua presenza nel big-match con la Sangiovannese.

La partita. Un mese senza l’Aragona. Due trasferte, per complessivi 4 punti, poi la sosta del campionato. Domani la Pro Vasto torna davanti al pubblico amico e lo farà in un match di cartello. In riva all’Adriatico arriva la Sangiovannese, squadra in corsa per la qualificazione ai play-off promozione. Avversaria temibile, la formazione di Fraschetti: con 14 punti nelle ultime 6 partite, è una delle più in forma del girone. Ma la Pro Vasto, dopo le ultime, incoraggianti prestazioni, sa di potercela fare. Escluso Avantaggiato, a mezzo servizio per i postumi dell’operazione, gli altri parevano tutti abili e arruolati. Per Di Meo sembrava esserci l’imbarazzo della scelta. Invece, nel suo 4-4-2 rischia di dover rinunciare a Fabrizio Cammarata. L’attaccante ex Juventus e Pescara ha sentito una fitta alla gamba calciando in allenamento. A questo punto, nella coppia d’attacco l’unica presenza sicura è quella di Croce. Soria e Suriano si giocheranno il posto da seconda punta, con il primo che potrebbe anche essere dirottato sulla fascia sinistra. Dalla parte opposta Dimatera è in pole position. Torna dopo tre mesi di infortunio, ma sabato scorso ha fatto vedere belle cose nell’amichevole col Cassino, finita 1-1. Se Soria andrà in attacco, allora si libererà un posto a sinistra. In quel caso, sarà Berra a occupare quella casella nello scacchiere tattico di Pino Di Meo. Coppia di mediani composta probabilmente da Bevo e Digno, mentre nella difesa a 4 Okoroij e Ambrosecchia si piazzeranno sulle corsie esterne, Di Berardino e Servi al centro. Tra i pali Gaudino. Gli ultimi confronti con la Sangiovannese risalgono al campionato di Serie C ’74-75, che si chiuse con il quarto posto dei toscani e il quinto dei biancorossi, allora allenati da Uzzecchini. Visto il cambio di orario, all’Aragona si gioca alle 15.

Probabile formazione (4-4-2): Gaudino; Okoroij, Di Berardino, Servi, Ambrosecchia; Dimatera, Bevo, Digno, Soria (Berra); Croce, Suriano.

Più informazioni su