vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Basket Serie C2: BioFox, pesante sconfitta a Teramo: 106-75

Più informazioni su

FORTITUDO TE       106
BIOFOX VASTO        75

FORTITUDO TE: LAQUINTANA 36(30’), POLONARA 23(34’), RICCI 18(29’), VALENTINO 15(32’), Martelli 9(17’), Marinaro 3(17’), Fiorentino 2(4’), Di Giuseppe 0(2’), Ciccone 0(4’), Baruffi 0(5’), LISTWON 0(9’), Cimini 0(17’).   All.: Stirpe.

BioFox VASTO: CAPONE 27(30’), Antonucci 11(21’), DESIATI 11(33’), CELENZA 10(31’), BARTOLUCCI 6(19’), Laccetti 4(17’), D’ALESSANDRO 4(29’), Di Rosso 2(20’), Di Palma n.e., Sacchetta n.e., Salvatorelli n.e..  All.: Della Godenza.

Arbitri:  Foschini di Sulmona e De Carlo di Pescara.
Parziali:  1°q 32-19, 2°q 63-38(31-19), 3°q 78-59(15-21), Finale 106-75(28-16).
FORTITUDO:Tiri da 2: 31/59(57%); da 3: 10/22(45%); Tiri Liberi: 14/14(100%); Falli: 17.
VASTO:  Tiri da 2: 19/50(38%); da 3: 5/28(18%); Tiri Liberi: 22/23(96%); Falli: 20.
Falli Tecnici: Polonara (32’:78-63), Desiati (35’:87-67) e Panchina Vasto (35’:91-87)
 
La Cronaca:  La diversa posizione di classifica poteva spostare il pronostico a favore degli ospiti, ma la forza di una formazione composta da giovanissimi elementi lasciava pensare anche tutt’altro e i padroni di casa hanno impartito una lezione di basket proprio sfruttando gioco veloce e una precisione nelle realizzazioni che la dicono lunga sulla loro pericolosità. Con la vittoria di oggi coach Stirpe guarda sempre di più a quell’ottava posizione valida per l’ultimo posto utile nella griglia play off con l’opportunità di stravolgere i programmo futuri di un Roseto Skarks uscito già sconfitto dal Palasport si San Nicolò a Tordino alla 14^ di andata. Per la BioFox, nella gara di oggi, c’è stato da soffrire fin dai primi minuti perché, avanti di 2(8-10) dopo 4 minuti, ha subito un primo break di 17-0 che l’ ha precipitata a –15(25-10) e costretta a rincorrere con passivi sempre più consistenti (-19:38-19 al 12°, -21:56-35 al 19°, poi –27:63-36 al 20°) per rientrare nello spogliatoio, per il riposo lungo, con la Foritudo a 63 e BioFox a 38. Ma i vastesi ci vogliono ancora provare e, visto che i teramani mollano leggermente, si aggiudicano il parziale (15-21) riportando lo svantaggio sotto i venti punti (-19:78-59) e proseguendo fino al –13(78-65) dopo i primi due minuti dell’ultimo quarto, complice un po’ anche la disattenzione degli arbitri che, a cavallo dell’ultimo mini riposo, hanno riequilibrato un pochettino l’arbitraggio. Ma, purtroppo per coach Della Godenza, la cosa è durata veramente troppo poco e, dopo il mancato tentativo di ridurre ancora lo svantaggio con Capone fuori bersaglio dalla lunga distanza, una serie di decisioni a favore dei padroni di casa (compresi un tecnico a Desiati ed un altro alla panchina vastese) hanno propiziato un break di 21-2 che ha precipitato gli ospiti a –32(99-67) e chiuso con largo anticipo ogni velleità di rimonta. Nella Fortitudo Teramo sugli scudi c’è Laquintana con 36 punti, seguito da Polonara (23) e dall’ex di turno Ricci (18), leggermente in ombra, relativamente alle marcature, Marinaro, altro ex, limitato da una non perfetta condizione fisica. Fra gli ospiti c’è Capone su tutti (27 punti) e poco altro perché le scarse percentuali sia nei tiri da 2 che da 3 hanno fatto registrare altri tre uomini in doppia cifra, ma poco influente nell’economia di una squadra che ha subito 106 punti, peggior passivo di stagione, realizzandone solo 75 contro gli 85 della media stagionale. Qualcuno sicuramente ha gioito, dopo aver scritto in settimana cose al limite della decenza, ma i conti si potranno fare alla fine perché se oggi è toccato alla BioFox trovare, anzi tempo, nell’uovo di Pasqua una bruttissima sorpresa, domani potrebbe succedere a qualcun altro e comunque, dopo la pausa, ci sono ancora due gare che potranno dire la loro sulla composizione della griglia play off. Per quanto ci riguarda l’obiettivo da raggiungere era una salvezza tranquilla con il raggiungimento di una posizione fra le prime otto e averlo raggiunto, con largo anticipo, aveva creato qualche aspettativa dopo le 12 vittorie sulle 15 gare dell’andata. Purtroppo, nel corso del turno di ritorno, qualcosa si è inceppato leggermente e, dopo essere stati in pianta stabile in seconda posizione, oggi dobbiamo stringere i denti, ma senza disperare di poterlo mantenere. Dopo la pausa pasquale ancora una trasferta vs Roseto Virtus, per chiudere al PalaBCC vs il Chieti Bk.  

Francesco Tomassoni (addetto stampa BioFox) 

Più informazioni su