vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Differenziata: a fine primavera arriva per altri 20mila vastesi

Più informazioni su

VASTO – Riaperta la discarica di Cupello, Vasto può ampliare la raccolta differenziata. “Entro la fine della primavera – spiega Anna Suriani, assessore comunale all’Ambiente – estenderemo il servizio ad altri 20mila residenti”, dopo che il primo step aveva riguardato il centro storico, coinvolgendo circa 10mila persone. L’obiettivo di amministrazione comunale e Pulchra, la società che gestisce in città lo smaltimento dei rifiuti, è avviare il ritiro porta a porta in tutto l’agglomerato urbano, mentre per le contrade e per Vasto Marina si utilizzerà un sistema diverso.

Centro storico. E’ nel nucleo antico che è partito il primo step della differenziata nella primavera del 2009. A novembre dello scorso anno, l’ingegner Pasquale Lepore, responsabile del servizio annunciava: “Da 6 mesi abbiamo avviato la raccolta differenziata nel centro di Vasto, su un’area da 10mila abitanti. I risultati sono brillanti: la percentuale di differenziazione dei rifiuti è pari all’80%. Solo il 20% finisce in discarica”.

Cintura urbana. E’ la gran parte della città. Qui la raccolta differenziata è stata rimandata nell’autunno scorso per via del problema rifiuti che ha coinvolto il Vastese: con l’impianto di Cupello chiuso per problemi legati alla realizzazione della nuova vasca (di cui ora la Regione ha autorizzato l’apertura) era sconsigliato estendere un servizio che coinvolgerà altre 20mila persone. “Insieme alla Pulchra – dice la Suriani – abbiamo deciso di cambiare il piano industriale riguardante la parte più popolosa di Vasto: inizialmente era prevista la raccolta di prossimità, che in altre città non ha dato i frutti sperati”.

Vasto Marina. Nella località balneare e nelle contrade periferiche non si farà il porta a porta, ma la raccolta di prossimità: contenitori verranno raggruppati in più punti del territorio, formando delle isole ecologiche di cui i cittadini potranno servirsi per conferire il pattume già differenziato. A Vasto Marina la scelta è obbligata, visto che d’estate la gran parte della popolazione è composta da turisti.

micheledannunzio@vastoweb.com

Più informazioni su