vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

Emiliana e Pasquale, poliziotti coraggiosi salvano una vita umana

Più informazioni su

VASTO – Per un tutore dell’ordine, salvare la vita a una persona può dare più soddisfazione che arrestare un malvivente. Di sicuro, è più importante. Emiliana Parente e Pasquale Catuogno sono due poliziotti del Commissariato di Vasto. Erano di servizio alla volante, il 29 dicembre del 2007, quando hanno impedito che un quarantanovenne si suicidasse. Emiliana e Pasquale hanno ricevuto dal Dipartimento della pubblica sicurezza del Ministero dell’Interno la lode ufficiale, firmata dal capo della polizia, Antonio Manganelli. Motivazione: “Per l’impegno profuso in un’operazione di soccorso pubblico a favore di un individuo che aveva tentato il suicidio tramite impiccagione, impedendogli così di condurre a termine l’insano gesto”. La segnalazione a Manganelli era arrivata dal vice questore Cesare Ciammaichella, dirigente del Commissariato di Vasto. Questo il racconto dei due agenti nell’annotazione di servizio: “Ci portavamo immediatamente nella palazzina e ripetutamente suonavamo il campanello, senza avere risposta. Continuando a suonare, a un certo punto la voce all’interno diceva: Andate via, ho già la corda al collo”. Era vero. “Senza esitare sfondavamo la porta”. Poi Pasquale Catuogno afferrava l’uomo per le gambe ed Emiliana Parente con un temperino tagliava la corda. Salvandolo dal soffocamento. Ieri, nel raccontare di un nuovo salvataggio compiuto lunedì da alcuni dei suoi uomini, Ciammaichella ha ufficializzato il conferimento della lode da parte di Manganelli.

micheledannunzio@vastoweb.com

Più informazioni su