vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

"New town" di contrada Frutteto, il Comune: allargheremo la strada

Più informazioni su

VASTO – La new town avrà una strada adeguata: due corsie, marciapiedi e pubblica illuminazione. Via San Rocco in contrada Frutteto non sarà più una stradina di campagna in una zona in cui, negli ultimi anni, gli edifici sono spuntati come funghi. Il primo passo verso l’allargamento della carreggiata verrà compiuto dal Consiglio comunale di Vasto. “Proporrò – afferma Corrado Sabatini, assessore ai Lavori pubblici – una modifica dell’ordine del giorno perché la questione venga affrontata già nelle prossime sedute del 6-7 e 8 aprile. Altrimenti, nella riunione successiva”. In aula approderà un documento che propone la reiterazione del vincolo di esproprio: “Una decina di anni fa – spiega Sabatini – il Piano regolatore ha imposto ai proprietari dei terreni confinanti con via San Rocco in contrada Frutteto l’obbligo di lasciare libera una striscia esterna dei loro appezzamenti, in cui non è stato possibile costruire perché destinata a un futuro allargamento della sede stradale. Il vincolo dura 5 anni ed è, quindi, scaduto. Per questo bisogna ripristinarlo. Dopo l’esproprio dei terreni necessari all’adeguamento della carreggiata, attueremo il progetto”, redatto dall’ingegner Valentino Sansiviero. Sarà una strada a due corsie con marciapiedi e illuminazione. “Mettiamo le toppe – afferma l’assessore ai Lavori pubblici – a delle falle create da chi ci ha preceduto nel tessuto urbanistico di questa città: interi quartieri in cui si è dato spazio all’espansione edilizia senza, però, realizzare le infrastrutture. Prima di far costruire servono le strade e i servizi essenziali”, ossia illuminazione, acqua, fogne e gas. Altri quartieri stanno assumendo progressivamente l’aspetto di città nella città. Vastoweb le ha chiamate new town, termine in voga negli ultimi tempi. E’ il caso di quanto accaduto al di là della circonvallazione Istoniense. Un agglomerato di palazzine tra la rotatoria di Sant’Onofrio e via Cardone, la strada che porta a Sant’Antonio Abate. Prima si sono fatte le case. E poi si è dovuto correre ai ripari per spianare una strada con cui arrivarci.

micheledannunzio@vastoweb.com

Più informazioni su