vastoweb.com - Portale di informazione su Vasto e Abruzzo. Commercio, Servizi, Turismo.

D'Alessandro lancia la sfida elettorale di Alleanza per Vasto

Più informazioni su

VASTO – Ad un anno dal voto la campagna elettorale è già lanciata. Qualche nome inizia a circolare, qualcun altro ha già affermato la sua candidatura. Tra i movimenti più attivi c’è sicuramente Alleanza per Vasto, con il coordinatore Davide D’Alessandro che non esita ad affermarsi come elemento di rottura tra i due schieramenti attuali. “Due foto hanno segnato la storica giornata di venerdì scorso. – scrive in un comunicato- La prima, con i sedici, Sindaco compreso, che alzano la mano per approvare il bilancio, dopo aver deciso il prelievo di un ulteriore 30% dalle tasche dei cittadini vastesi per l’immondizia. La seconda, con la Destra schierata in conferenza stampa per dire, in sostanza: “Eccoci, stiamo per tornare”. Senza alcun riferimento alle persone, tutte stimabili, la seconda foto è persino più pericolosa della prima. Perché indica un ritorno al passato che Vasto non vuole assolutamente rivivere. Perché quella Destra battuta dalla Margherita nel 2006, è responsabile del declino di Vasto, iniziato nel 2001 e non ancora concluso. Una Destra litigiosa, inconcludente, giustamente punita dagli elettori. Ora, dopo quattro anni e quattro giunte, Lapenna non sarà assolutamente sostituito da chi è stato sostituito da lui. Sarà battuto con una nuova foto, con una nuova Alleanza per Vasto, aperta, innovativa, portatrice di una rigenerazione delle stanze del potere. La gente è stanca. La disaffezione è in considerevole aumento. Occorre porsi in ascolto, fuori dalle stanze dei partiti padronali e parentali, del nuovo che chiede di emergere e affermarsi. Occorre ridurre, se non annullare, il fossato che è stato scavato tra rappresentante e rappresentato, occorre ricreare una spazio politico autenticamente libero. Dove possano trovare espressione, al servizio della città, lontano dalle appartenenze e dalle tessere, coloro che hanno passione politica”.

Giuseppe Ritucci

Più informazioni su